Nello scorso weekend i servizi di controllo e presidio del territorio organizzati dalla polizia locale dell’Unione Rubicone e Mare sono stati rinforzati, in relazione alla ormai consolidata tradizione di “Halloween”, che negli ultimi anni ha visto un sempre maggior coinvolgimento dei più giovani, alcuni dei quali interpretano l’occasione per lasciarsi andare a danneggiamenti, vandalismi ed all’abuso nell’uso di petardi e prodotti esplodenti, a volte di genere proibito. Nei giorni precedenti erano stati organizzati servizi di prevenzione, sulla vendita dei giochi pirici, che avevano portato alla denuncia di un negoziante di Savignano sul Rubicone colto nell’atto di vendere a un minorenne petardi destinati a soli acquirenti adulti. Sabato sera gli agenti in campo, oltre ad avere partecipato – con i carabinieri – ad un complicato intervento nei pressi della scuola Aldo Moro di Savignano, hanno anche requisito un ingente quantitativo di petardi, trovati nelle mani di ragazzini o da questi abbandonati alla vista delle pattuglie. Questo ha consentito di limitare i pericoli ed il disturbo causato dai botti. Gli agenti sono anche intervenuti nei pressi di un chiosco di piadina, a Gatteo, dove un gruppetto di ragazzini, fuggiti alla vista della pattuglia, avevano appena appiccato fuoco ad un cumulo di scatoloni, portati sul posto. Gli agenti hanno spento le fiamme prima che potessero estendersi al chiosco adiacente, incendiandolo. Nel weekend sono state altresì accertate e contestate 9 violazioni alle “norme covid”, nei confronti di persone che avevano violato le disposizioni sul divieto di assembramento o sull’utilizzo delle mascherine.

Argomenti:

halloween

polizia locale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *