A San Piero la palestra chiusa da 10 anni spera nel Pnrr

I “Lavori di recupero funzionale, manutenzione, messa in sicurezza e miglioramento accessibilità della palestra comunale in via del Savio a San Piero” provano a raccogliere il contributo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Si aggiunge un nuovo capitolo al “romanzo” lungo e travagliato relativo ai lavori di recupero della palestra comunale, chiusa dal 2011 per problematiche di adeguamento sismico. Ma chissà che non si stia andando verso una buona conclusione.

Dopo le ultime vicende della rescissione del contratto d’appalto e col contenzioso tuttora in corso con la ditta Maser srl, l’amministrazione comunale ha incassato gli importi delle garanzie, ha aggiustato e rivisto il progetto esecutivo e candida il recupero e la messa in sicurezza della palestra nell’ambito dei bandi del Pnrr che prevede di finanziare la costruzione o la ristrutturazione di spazi da utilizzare come palestre per le scuole. Con 300 milioni di euro ripartiti tra le Regioni ci si propone di favorire lo sviluppo delle attività sportive e di corretti stili di vita nelle scuole, rafforzando le infrastrutture sportive per combattere l’abbandono scolastico e promuovere l’inclusione sociale.

Il nuovo progetto esecutivo prevede una spesa complessiva di 1.423.109,75 euro, con un nuovo incremento della previsione di spesa e con la necessità che il consiglio comunale proceda alla conseguente modifica del programma triennale delle opere pubbliche. Il progetto è stato approvato in linea tecnica, al solo scopo di permettere la presentazione della domanda di contributo entro il prossimo 28 febbraio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui