SAN MARINO. Al via sul Titano il 26 luglio fino al 23 agosto la 12ª edizione di “Alba sul monte…. in concerto”. Cinque gli appuntamenti domenicali presentati ieri dal segretario di Stato Andrea Belluzzi e da Augusto Ciavatta, direttore artistico della Camerata del Titano. Si tratta di eventi dedicati alla musica colta ospitati nello scenario degli Orti dell’Arciprete, spazio unico e suggestivo del centro storico posto proprio dietro la Basilica del Santo fondatore di San Marino con la caratteristica unificante dell’orario: le sei del mattino, come da tradizione. «Una festa che si ripete ogni estate e che San Marino è orgogliosa di riproporre anche in tempi di pandemia».
Primo appuntamento il 26 con l’ensemble Accordion Concert Academy diretto da Sergio Scappini, tra i maggiori fisarmonicisti italiani, componente dell’Orchestra della Scala di Milano. Scappini dirigerà nove fisarmonicisti selezionati tra i partecipanti agli International music summer courses, i corsi estivi organizzati dalla Camerata del Titano, che si avvale di qualificati insegnanti italiani e internazionali, rivolto a interpreti e compositori.
Il 2 agosto omaggio a Ennio Morricone con “Fotogrammi di un’alba”, con Michele Paolino al sax e Davide Di Lenno alla chitarra impegnati nell’esecuzione della grande musica da film del compositore romano recentemente scomparso.
Il 9 agosto “L’eleganza del classicismo”, protagonista il quartetto d’archi di chiara fama UmbriaEnsemble che saluterà il nuovo giorno con “L’alba” di Haydn e l’opera 18 n.1 di Ludwig van Beethoven, per onorarlo nel 250° anniversario della nascita.
Il 16 agosto approderà agli Orti il sassofonista, compositore e arrangiatore Silvio Zalambani, considerato tra i più grandi innovatori della musica latino-americana. Il maestro parteciperà col trio Tango Tres, accanto a Donato D’Antonio alla chitarra e Vittorio Veroli al violino, titolo del concerto “Guardia vieja” con cui condurrà il pubblico alle origini del tango.
Chiusura della 12ª edizione con il duo femminile spagnolo Cristina Alis Raurich, già insegnante dei corsi estivi internazionali, e Maria De Mingo Carranza. Insieme proporranno un viaggio retroattivo nella storia della musica classica, con un repertorio risalente ai secoli XIII e XIV, titolo “Tesori sonori del medioevo”.
Come tutti gli eventi dell’estate anche questo avrà un carattere speciale, dettato dal rispetto delle regole di sicurezza imposte dall’emergenza Covid: distanziamento e con posti contingentati fino a un massimo di 80, previsto l’utilizzo di mascherine e gel igienizzanti. Le limitazioni non impediranno anche per questa edizione di concludere i concerti con colazione a base di bomboloni.
Info: 337 1008856

Argomenti:

musica

san marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *