A San Marino da Monaco in mostra il Premio di fotografia ambientale

Si inaugurata oggi al Giardino dei Liburni la mostra fotografica della Fondazione Principe Alberto II di Monaco “Uomo – Fauna Selvatica: destini incrociati, territori condivisi”. Un’esposizione capace di far riflettere sul futuro del pianeta che è già stata ammirata, con successo, a Monte Carlo e a Roma, in Campidoglio, dove ha registrato oltre 70.000 visitatori.

La mostra presenta le più belle immagini del Premio Internazionale di Fotografia Ambientale della Fondazione Principe Alberto II di Monaco, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle questioni relative alla perdita accelerata della biodiversità. Sono state più di 6.000 le fotografie inviate da circa 1.400 fotografi di tutto il mondo al concorso. Immagini esposte in tre categorie: “Incredibile fauna selvatica”, “Natura selvatica in crisi” e “Ragioni di speranza”. Le fotografie illustrano il contrasto tra la bellezza della fauna selvatica e il terribile impatto delle attività dell’uomo sugli habitat naturali.

L’obiettivo di far emergere proposte innovative e raccomandazioni concrete sul tema di una migliore considerazione della fauna e della gestione dei territori è una priorità per il benessere complessivo dell’ecosistema naturale, a San Marino come nel resto del mondo. Per questo motivo la volontà della Repubblica di ospitare questa importante iniziativa, nata anche con lo scopo di aiutare a sviluppare progetti concreti a favore di una migliore gestione delle interrelazioni tra fauna selvatica e attività umane, sottolinea tanto una attenzione e una volontà di grande impegno ad ogni livello in tema di tutela ambientale, quanto una propensione a cercare la più ampia collaborazione internazionale, anche attraverso il circuito dei piccoli Stati d’Europa come nel caso specifico del Principato di Monaco, a sostegno di queste rilevanti tematiche. 

Lasciata la Repubblica di San Marino la mostra proseguirà il suo percorso di visibilità anche in altre nazioni quali la Spagna, gli Stati Uniti di America, Singapore. Nel periodo di permanenza presso il Giardino dei Liburni, fino al prossimo 9 gennaio, la mostra sarà visitabile tutti i giorni a ingresso libero.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui