A Ravenna il coronavirus fa crollare l’export

RAVENNA. Il Covid presenta il conto alle esportazioni ravennati: tra gennaio e giugno di quest’anno, infatti, l’export della nostra provincia scende, rispetto ai primi 6 mesi del 2019, a 1.966,8 milioni di euro (374,4 milioni in meno), con una contrazione tendenziale pari a -16,0% (-14,2% per l’Emilia-Romagna e -15,3% per l’Italia). A segnare il peggior risultato è il secondo trimestre dell’anno, che chiude con un -31,6 %, paragonabile solo al crollo del -38,4% del 2009. a pesare, in particolare, il crollo dei mercati di sbocco. E’ quanto emerge dall’Osservatorio dell’economia della Camera di commercio di Ravenna sui dati Istat.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui