Al Comune di Ravenna due “no green pass” senza stipendio fino alla fine del 2021

Comuni al lavoro per organizzare i controlli giornalieri sul possesso del green pass. Due le modalità nei municipi: controlli a tappeto all’ingresso o verifiche a campione su almeno il 20% del personale. A Ravenna due dipendenti comunali hanno già fatto sapere che non faranno né vaccino né tamponi per cui rimarranno senza lavoro né stipendio fino alla fine dell’anno.

Rimini

A Rimini «sarà sottoposto ai controlli indistintamente tutto il personale dipendente e tutti i soggetti esterni che svolgono servizio lavorativo nei locali dell’Ente – spiega il Comune –. Allo stesso modo saranno sottoposti a verifica i titolari di cariche elettive e i rappresentanti degli organi di indirizzo politico-amministrativo». Quarantasei gli addetti ai controlli nelle ventitré sedi, a cui «non sarà possibile raccogliere informazioni sulla causa della certificazione – aggiunge –. Saranno tenuti a mantenere il più stretto riserbo sugli esiti delle verifiche e dovranno comunicare solo ai referenti indicati dal dirigente responsabile i nominativi dei dipendenti che si sono presentati sprovvisti del green pass».

Riccione

A Riccione «ogni dirigente individuerà un responsabile dei controlli, che verranno eseguiti a campione e non all’ingresso del posto di lavoro o dell’ufficio – spiega il Comune –. Un’app deciderà il campione da controllare, che in base alla normativa deve essere di almeno il 20% dei dipendenti». Inoltre, «il datore di lavoro è libero di organizzare il controllo del green pass – continua –, che potrà avvenire successivamente all’ingresso del lavoratore su un campione non inferiore al 20% del personale in servizio, assicurando la rotazione e quindi il controllo di tutto il personale».

Bellaria Igea-Marina

A Bellaria-Igea Marina «abbiamo programmato l’ingresso dei dipendenti fra le 7:30 e le 8:30, e i controlli verranno effettuati all’Urp – spiega Filippo Giorgetti, primo cittadino –. Dopo quell’ora, per non pesare troppo sull’attività rivolta ai cittadini, il controllo sarà in capo ai responsabili dei vari Servizi».

Cesena

A Cesena si partirà con i controlli in maniera provvisoria per circa una settimana, sfruttando una delle possibilità lasciate aperte dal decreto. Le verifiche sui dipendenti verranno fatte a sorteggio, con un campione di esaminati che non sarà inferiore al 20% del totale. Il personale addetto ai controlli nei vari settori sarà deciso dai vari dirigenti, o sarà il dirigente stesso ad eseguirli. Questo aspettando il via libera del sistema che il Comune ha deciso di sfruttare, ovvero il controllo diretto ed automatizzato via computer, che si spera possa essere a regime nel giro di sette giorni.

Forlì

«Abbiamo individuato negli undici dirigenti dei Servizi i responsabili degli accertamenti, questi delegheranno a loro volta altri funzionari, in ogni comparto e sede distaccata dell’ente, che ogni mattina controlleranno i green pass – spiega Maria Pia Baroni, assessora al Personale –. La verifica si avvarrà dell’app VerificaC19, sarà quotidiana, giocoforza non alla porta perché è materialmente impossibile, e potrà essere a campione pur in misura non inferiore al 20% di tutti i dipendenti. A chi non fosse in regola verrà chiesto di uscire, e se resistesse dovremmo fare intervenire la Polizia locale». In questo caso scatterà la sospensione immediata dal servizio e dello stipendio «compresi oneri previdenziali e ferie retribuite», ma per garantire i servizi essenziali, come ad esempio gli scuolabus, «possiamo chiedere di comunicare in anticipo il possesso del certificato, onde non trovarci sguarniti all’ultimo momento». Difficile stimare che impatto avrà sul personale la nuova misura «ma il sindaco potrà attivare convenzioni con altri enti in modo semplificato per sopperire ad essenze nei servizi essenziali e ad ogni modo dovremo farvi fronte con la mobilità interna». Diverso, come spiega il vicesegretario Michele Pini, il discorso per i consiglieri comunali, gli esperti e chi si reca in Comune per appuntamento. «Saranno controllati tutti, uno ad uno, al momento dell’ingresso, prima di ogni Consiglio, commissione o conferenza dei capigruppo per partecipare alle quali serve il green pass valido».

Ravenna

A Ravenna le figure preposte ai controlli sono i dirigenti di ciascun settore. I controlli possono avvenire prima dell’inizio della giornata di lavoro, in caso ci sia uno spazio adeguato, oppure, se la sede non lo permette, all’interno degli uffici in qualsiasi momento. Per riprogrammare il servizio in caso di assenze, il Comune chiede ai dipendenti senza green pass di darne comunicazione con 48 ore di anticipo. In quel caso il lavoratore non prende servizio e non viene sanzionato. Al momento sono due i dipendenti che hanno comunicato che non intendono munirsi di green pass e che rimarranno a casa fino al 31 dicembre senza stipendio. Sono previste deroghe sulle 48 ore nel caso il dipendente non sia riuscito a fare il tampone in tempo utile.

Imola

«Da venerdì e per la prima settimana i controlli verranno fatti a tappeto. Poi si passerà ad agire a campione». Così spiega il dirigente del personale del Comune di Imola Daniele Campalto, confermando di aver messo a punto un protocollo che riguarda in egual misura i 280 circa dipendenti del Municipio come i 160 del Circondario a cui sono delegati diverse funzioni associate. E lo stesso è stato chiesto ad Area blu, la società comunale che si occupa di verde, viabilità, parcheggi e altri servizi pubblici. «Pensiamo che la quota di nostri dipendenti che esibirà un pass temporaneo non superi l’11% – conferma il dirigente –. Molte di queste persone hanno già riferito di trovare sempre più problemi nella programmazione dei tamponi. Anche se il green pass dovesse venire meno prima del 31 dicembre, motivo per cui al momento si stanno valutando con cautela eventuali investimenti per sistemi di lettura automatica dei lasciapassare contestualmente ai badge marcatempo, sarà necessario un intervento o per adeguare l’offerta di tamponi o per variare la durata della validità».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui