A processo per stalking a infermiera del Bufalini di Cesena

Ex finanziere accusa una infermiera di aver divulgato notizie private sulla sua salute e la denuncia. Ma lei non ci sta al pressing esagerato con cui le lancia direttamente le accuse e fa altrettanto. E in tribunale a Forlì davanti alla giudice Nunzia Castellano ha avuto luogo la prima udienza del processo con rito immediato contro l’uomo. Per stalking.

Ha testimoniato l’infermiera, difesa dall’avvocata Eleonora Montaletti, mentre l’uomo è patrocinato dall’avvocata Sonia Campedelli.

L’uomo è un finanziere in pensione di 63 anni ed è seguito dal Simap. L’infermiera ha 49 anni e lavora in psichiatria. I due non vengono mai direttamente a contatto per motivi sanitari. Non si conoscono di persona, anche se abitano nello stesso paese della vallata del Rubicone e frequentano lo stesso bar, in compagnie diverse.

La questione si sviluppa tra i mesi di giugno e di agosto di quest’anno. L’uomo accusa l’infermiera di aver divulgato i suoi problemi psichiatrici. Si fa molto insistente e procede anche con una denuncia e avvisa pure l’Ausl di quello che sarebbe accaduto secondo lui. Al momento la denuncia dell’uomo è ancora in piedi, ma non fa parte del processo di ieri. La procura ha chiesto l’archiviazione delle accuse, ma non è stata presa ancora una decisione al riguardo.

L’infermiera viene spostata dal suo lavoro a Psichiatria e viene messa a svolgere un altro servizio sempre all’ospedale. Lo vive come un demansionamento, dovendo lavorare in piedi fuori dal reparto, con una turnazione differente e con uno stipendio che non può godere di alcuni benefit.

Intanto ha già presentato denuncia per lo stalking contro l’ex finanziere. Che per parte sua sceglie la strada del ripensamento e scrive una lettera al direttore sanitario per scusarsi delle accuse lanciate nei confronti dell’infermiera. Inoltre il 63enne affronta la 49enne ripetutamente. Le chiede con insistenza di ritirare la querela, ma non sempre lo fa con gentilezza: a volte è aggressivo, la segue, la offende.

Al punto che nel mese di agosto dal tribunale viene preso nei suoi confronti un provvedimento che stabilisce che non si può avvicinare a meno di 500 metri dalla potenziale vittima di stalking.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui