Nei giorni in assoluto in cui a Cesena i pellegrinaggi fanno parte costante della storia, è in corso un pellegrinaggio davvero particolare.

Dal Piemonte alla Romagna per conoscere quello che, molto probabilmente, è uno dei suoi riferimenti nell’universo artistico culturale.

«Il ragazzo con me nella foto si chiama Matteo Dalla Villa, ha 20 anni, e ha fatto circa 300 km a piedi per venirmi a conoscere. È partito da Tortona e ha affrontato 11 giorni di cammino».

Le parole sono di Roberto Mercadini, 42enne attore teatrale e scrittore cesenate la cui fama travalica i confini regionali e si spalma su tutta la nazione.

«Aveva in mente e nel cuore il viaggio del regista Werner Herzog che si reca a visitare la critica cinematografica Lotte Eisner. Matteo è un ragazzo di enorme curiosità intellettuale, un grande amante del cinema, un lettore vorace e un appassionato di musica colta; uno delle pochissime persone incontrate che conoscessero il compositore medievale Guillaume de Machaut. Ora è ospite a casa nostra e stiamo trascorrendo del tempo assieme».

Chiacchieriamo di poesia, di cinema, di retorica classica… «E di un gioco che ho inventato associando un’immagine poetica ad ogni cifra da 0 a 9. Nelle ore in cui io devo lavorare ai miei nuovi monologhi, Matteo riposa, legge, ascolta musica; accedendo alla mia biblioteca e alla mia piccola collezione di musica medievale. Ieri l’ho sentito ascoltare la Messa di Notre Dame, capolavoro di Machaut. È venuto a vedere un mio nuovo spettacolo a Gatteo

E lunedì ne aveva visto un altro a Cesena. È bellissimo pensare di essere, nel mio piccolo, un punto di riferimento e un incoraggiamento intellettuale per giovani di tanto valore».

Argomenti:

pellegrinaggio

Roberto Mercadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *