A Montiano inaugurati i “Sentieri poetici” per il turismo slow

All’inaugurazione dei “Sentieri poetici” il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, arriva in auto da solo e in anticipo, poi non si risparmia in complimenti e annunci, infine visita l’antico borgo a piedi.

L’occasione dell’inaugurazione dei 30 chilometri di percorsi suddivisi in 8 anelli di diversa lunghezza e con dislivelli alla portata di tutti hanno visto Montiano presentarsi in gran spolvero, la piazza Maggiore con le sedie per il pubblico, gli stand Pro loco solerti a offrire frutta e bibite.

«L’estate è una grossa occasione per tornare alla normalità dopo questa pandemia – ha rimarcato Bonaccini – il virus c’è ancora, 120 mila morti in Italia e 13mila in Regione non sono uno scherzo. Ma quest’anno ci sono anche i vaccini e puntiamo al 70% di copertura. Cominciamo già a vedere la luce in fondo al tunnel. Propongo a questa piazza di fare un applauso a tutto il personale medico e sanitario di questa Regione che sta facendo un gran lavoro con un gigantesco impegno, oramai non conoscono più differenza tra notte e giorno, tra domenica e mercoledì. Noi dobbiamo investire sulla sanità e le case della salute, una mezza via tra l’ospedale e la casa, una novità per alcune regioni, ma non per noi in Emilia Romagna che ne abbiamo più di 120.La pandemia ci lascia la riscoperta dei luoghi appenninici e delle periferie. C’è voglia di distanza, tranquillità e bellezza. I vostri percorsi sono la strada giusta per attrarre persone e sono sicuro che sarà un successo. Il nuovo turismo è slow.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui