Montenovo, i lupi sbranano tre ovini in un recinto

Tre ovini sbranati: i lupi tornano a colpire nel territorio di Montiano. Il fattaccio stavolta è avvenuto nella frazione di Montenovo.

Nottetempo alcuni predatori sono penetrati in un recinto delimitato con rete elettosaldata alta quasi due metri e con pali di sostegno. Poi hanno fatto strage di ovini,, non lasciando sopravvissuti, e infine dileguandosi. Hanno operato in un recinto con una area interna di oltre un chilometro quadrato e resta il mistero su come siano entrati. A terra sono rimaste moltissime impronte, anche perché la notte aveva leggermente piovuto. Le tracce apparse sembrano quelle dei lupi, ma i proprietari, non avendoli visti di persona, non escludono nemmeno che fossero cani inselvatichiti.

«Non siamo riusciti a capire come i lupi abbiano fatto a entrare – riferiscono dalla famiglia montianese che ha subito il danno – eppure il giorno dopo abbiamo passato, palmo a palmo, la recinzione e non abbiamo trovato né scavi se fossero passati sotto, né falle nella rete elettrosaldata. L’unica ipotesi è un salto che per l’altezza della rete è quasi incredibile. Avevamo tre agnelli, uno è stato completamente mangiato e due erano mangiati poco più della metà. Abbiamo telefonato ai carabinieri forestale che ci hanno dato i numeri da contattare per il recupero delle carcasse, chiedendoci di portarle vicino ai cancelli». I montianesi hanno chiamato ma quel giorno, sembra, non poteva avvenire il recupero. Così hanno comunque trasportato i resti vicino ai cancelli per un successivo ritiro e lasciato socchiuso il cancello. Dopo due giorni dalla mattanza però c’erano solo le ossa: «La natura ha provveduta da solo a smaltire le carcasse – concludono i montianesi -Abbiamo comunque sporto denuncia presso la stazione dei carabinieri di Gambettola, competenti per territorio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui