A Mercato Saraceno la cittadinanza onoraria al milite ignoto: “Per non dimenticare i nostri eroi”

Consiglio comunale con punti importanti votati all’unanimità, quello di lunedì.

Sul programma triennale 2021-2023 si è approvata una variazione che comprende anche una nuova previsione per quanto riguarda il ponte di Piaia. Dopo tante ipotesi e analisi si è ufficializzato che anche l’idea del ponte Bailey in ferro non è realizzabile, per cui si torna all’ipotesi di rifare un ponte-guado, un passaggio sul Savio più o meno dello stesso tipo di quello preesistente.

Il consiglio ha approvato una integrazione alla convenzione per l’affidamento in concessione all’Acer (Azienda Casa Emilia-Romagna) di Forlì-Cesena del servizio di gestione del patrimonio del Comune di Mercato Saraceno. E ciò in relazione alla gestione dei 22 alloggi a canone sostenibile calmierato la cui realizzazione si è recentemente conclusa. Analoga variazione della convenzione dovrà essere approvata anche dal Consiglio dell’Unione Valle Savio convocato per lunedì prossimo.

È stata anche formalmente approvata la convenzione col Comune di Cesena per la gestione in forma associata del servizio educativo prima infanzia da attivarsi nei locali della scuola di Bora.

In conclusione di consiglio è stata approvata anche una mozione del gruppo di minoranza di “Cambia Mercato” per conferire la cittadinanza onoraria al milite ignoto. «Si tratta di un gesto simbolico – commentano i consiglieri di minoranza – per ricordare i 100 anni della sepoltura del corpo del milite ignoto all’Altare della Patria. Il gesto vuole anche spronare le nuove generazioni a conoscere quelle che furono le eroiche gesta dei nostri nonni durante il primo conflitto mondiale, e vuole ricordare l’atrocità della guerra e la sofferenza che essa comporta».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui