A Imola un villaggio del volley all’autodromo

Lo sport dei freschissimi campioni del mondo Azzurri, ovvero la pallavolo, e il teatro di tutti gli eventi mondiali della città di Imola, l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. C’è questo nuovo e interessantissimo legame dietro la terza tappa del tour 2022 del Volley S3, manifestazione giovanile presentata ieri proprio nel circuito imolese e che ai piedi della storica Torre approderà mercoledì 21 settembre. Quel giorno sarà allestito un vero e proprio villaggio della pallavolo, con tanto di 4 campi per far giocare bambini e bambine sotto la sapiente regia di Andrea Lucchetta, primO grande campione dell’Itald’oro e ora coreografico telecronista dai microfoni della Rai. «Punteremo molto sull’impatto emozionale di un’iniziativa – ha spiegato Pasquale De Simone, presidente della Diffusione Sport che collaborerà alla realizzazione dell’evento – che vuole promuovere i principi fondamentali del divertimento e della sana pratica sportiva. Fra il villaggio e i 4 campi colorati creeremo infatti una sorta di percorso per permettere ai bambini di divertirsi e stare insieme, provando la pallavolo, facendo merenda assieme e ricevendo vari gadget ricordo. La mattina, dalle 9.30 alle 12.30, sarà interamente dedicata alle scuole e abbiamo già coinvolto qualcosa come 1200 bambini imolesi (fra elementari e medie, ndr), mentre il pomeriggio lo riserveremo a tutte le società sportive. Gli orari in questo caso li decideremo in base alle adesioni, ma indicativamente apriremo dalle 15 alle 18”.

Obiettivo 300

Diffusione Sport non è nuova ad iniziative del genere, grazie pure al costante supporto del Comitato regionale della Federvolley: “Siamo stati tra i primi – ha continuato De Simone – a puntare sull’S3 come veicolo promozionale, organizzando addirittura una festa al mese del minivolley. Vogliamo regalare emozioni ai più piccoli e i risultati si vedono, perché nel 2021 avevamo 180 tesserati e stanno aumentando, l’obiettivo dei 300 non è lontano. E non dimentichiamo che facciamo fare sport gratuito, senza alcun tipo di costo iscrizione per le famiglie”.

A testimoniare l’importanza dell’evento imolese, che arriva dopo le tappe di Capaci e Bari (a chiudere saranno Trento e L’Aquila), va sottolineata ieri la presenza del consigliere nazionale Fipav Eugenio Gollini e del presidente del comitato Regionale Silvano Brusori. Belle poi le parole spese dal sottosegretario della Regione Emilia-Romagna Giammaria Manghi: «Imola ha una vocazione particolarmente legata al mondo dello sport, per questo io e il presidente Bonaccini veniamo sempre volentieri. Al di là degli eventi mondiali come la Formula 1, abbiamo notato esserci in questa città una naturale predisposizione a fare e vedere lo sport. È l’essenza di ciò che sta dietro ai cospicui investimenti regionali nel mondo dello sport».

A fare gli onori di casa non è mancato poi il Sindaco Marco Panieri: «L’S3 del 21 settembre per noi rappresenta una grande opportunità e l’attivismo su tutto il territorio di Pasquale De Simone funge da molla per motivarci e spingerci a fare ancora di più. Al di là dell’Autodromo, infatti, come amministrazione crediamo molto negli impianti di quartiere, che rendano Imola una casa dinamica e molto accogliente per lo sport. Insomma, meglio tanti piccoli impianti di uno solo grande».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui