La mia curia suona il rock: a “Imola in Musica” suona il vescovo con la sua band

Saranno oltre un centinaio gli appuntamenti di “Imola in musica” tra cui anche l’esibizione del vescovo della città, che verranno ospitati da domenica 29 agosto a domenica 5 settembre. Cornice entro la quale si svolgerà la 25ma edizione della rassegna musicale, sarà il centro storico della città. Vicoli, piazze, locali, sedi di associazioni, giardini e spazi pubblici risuoneranno di note e ospiteranno performance dedicate al variegato universo del pentagramma. Oltre cento appuntamenti, dall’alba a notte fonda, in un programma con eventi a ingresso libero per tutti i gusti. Eventi il cui accesso sarà consentito esclusivamente ai possessori del Green pass.

Le novità

Tra le novità la più curiosa è sicuramente quella dell’esibizione di un musicista d’eccezione. Si tratta del vescovo di Imola Giovanni Mosciatti, che suonerà con la sua band giovanile nella serata di domenica 5 settembre, alle 21, a Palazzo Monsignani.

Altro appuntamento importante sarà l’inaugurazione ufficiale del centro giovanile Ca’ Vaina, nella serata di domenica 29 agosto alle 18, con una serie di incontri e concerti che si svolgeranno nell’arco di tutta la durata del festival. Altro importante appuntamento è quello di mercoledì 1 settembre, dalle 21, al Teatro Stignani con il concerto dell’orchestra giovanile “L. Cherubini” diretta dal Maestro Riccardo Muti (biglietti a partire dal 23 agosto; info 0542 30802). Ci sarà poi spazio per la musica indie con l’anteprima del Mei 2021 che si svolgerà in piazza Medaglie d’oro nella serata del 3 settembre, con le esibizioni di The Bastard sons of Dioniso (direttamente da X Factor) e Roberta Giallo.

 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui