A Gambettola autovelox in zona 30: multe e proteste

Limite 30 Km orari e multe a raffica in via Kennedy. Nei giorni scorsi alcuni appostamenti della polizia locale dopo l’autovelox hanno portato a varie sanzioni. E i multati protestano.

Quando nei giorni scorsi la polizia locale ha fatto degli appostamenti, con l’aiuto del Velo ok, sono fioccate le contravvenzioni. E pensare che è solo da pochi mesi che si può utilizzate l’autovelox nelle zone col limite ai 30: prima non era consentito.

Chi ha incassato le contravvenzioni è andato su tutte le furie e ha parlato di velocità non consona e alcuni hanno sfogato la loro rabbia anche sui social.

«Molti si dimenticano che sulla via Kennedy sono avvenuti incidenti – riflette il comandante della polizia locale Maurizio Marchi – alcuni gravi, altri anche appariscenti. Vari residenti ci hanno sollecitato controlli e temono che senza un freno prima o poi succeda una tragedia. Qualcuno ha lamentato sui social di avere preso multe sotto i 50 km orari, ma non è vero: le infrazioni elevate sono tutte oltre questa soglia anche se potevano stare sotto, come pure il cartello è ben visibile da tempo e c’è chi fa finta di non saperlo».

«Sono mesi che il cartello dei 30 km orari è su – sottolinea la sindaca Letizia Bisacchi – Chi viaggia in auto non deve ignorare la segnaletica. Da sempre come amministrazione comunale abbiamo messo al primo posto la sicurezza di bambini e delle categorie più fragili. Molti incidenti accadono per velocità sostenute e distrazione. Non dobbiamo dimenticare che la via Kennedy porta anche a scuole dell’infanzia e primaria. Quindi dobbiamo tenere a freno la velocità, tutelare gli attraversamenti pedonali e stare attenti all’utilizzo indebito di cellulari alla guida. Alcuni residenti ci hanno chiesto di mettere dei dossi, ma poi hanno delle controindicazioni. Meglio che ogni tanto la polizia locale faccia dei controlli».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui