A Cesenatico grandi opere in corso per 15,5 milioni

Lavori pubblici: il Comune fa i conti dei cantieri aperti. Cinque le grandi opere in corso, per un ammontare di oltre 15,5 milioni di euro, tutti abbondantemente cofinanziati con l’intervento di Stato e Regione. Sono il Waterfront di Ponente, la Ciclovia del Pisciatello, il Ciclodromo a Villamarina, gli alloggi Erp al posto della Prealpi più i parcheggi nell’ex scuola di viale Leon Battista Alberti, la costruzione della nuova scuola elementare di viale Torino a Boschetto.

L’ultimo ad aver preso il via a fine estate è stato il fronte mare di Ponente in viale Colombo. In questo primo stralcio si tratta di realizzare la rete fognante bianca e i relativi collettori, al momento del tutto assente, in una zona soggetta ad allagarsi a ogni forte scroscio d’acqua. L’appalto di questo primo stralcio ammonta a 1.609.000 euro. La conclusione dei lavori è prevista tra maggio e giugno. Con gli scavi si effettua anche la posa della nuova rete del gas, richiesta da “2i Rete gas”.

Occorrerà aspettare febbraio per vedere ultimato il ciclodromo di Villamarina,per il quale è previsto un investimento di 1.380.000 euro. Il cantiere iniziato a metà settembre vedrà la conclusione trascorsi 140 giorni di lavori. Seguiranno poi le fasi di collaudo.

Iniziati a maggio da Bagnarola i lavori della Ciclovia del Pisciatello, realizzata lungo gli argini del torrente, che da Cesena raggiunge Cesenatico. Avrà una lunghezza di tracciato di 12 chilometri (compresi due tratti aggiuntivi previsti a Sala) e una larghezza di non meno di 2,5 metri, per un importo di 1.080.000 euro. Tempo di realizzo dell’opera, che ha anche valenza turistica, 250 giorni, sarà pronta la prossima primavera.

Sono 18 gli alloggi di edilizia residenziale pubblica che prenderanno il posto della demolita ex colonia Prealpi di Villamarina che figurava tra i beni confiscati alla Banda della Magliana. I lavori sono incominciati a dicembre 2020. Si tratta di un investimento di 5 milioni di euro L’opera arriva alla conclusione di un lungo iter sviluppato in sinergia con Acer, l’Azienda Casa Emilia Romagna e la Regione Emilia Romagna, che lo ha finanziato per 2,655 milioni di euro. Sarà ultimata a fine giugno 2022.

Ripresi a metà settembre i lavori di costruzione della nuova scuola primaria di viale Torino, affidati a una nuova impresa dopo che la ditta campana che si era aggiudicata l’appalto un anno e mezzo fa è stata estromessa per inadempienza contrattuale. Per la questione c’è un contenzioso in corso. L’investimento complessivo è di 6,5 milioni di euro l’80% finanziato dallo Stato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui