A Cesenatico 300 amici per un brindisi per Briganti

In trecento persone, con gli amici e i conoscenti provenienti da tutta la Romagna per salutare “un giusto”. È stato per tanti anche l’ultimo omaggio all’amico.

L’ultimo abbraccio a Lucio Briganti, fatto con un brindisi. A ricordo del 63enne la cui vita si è fermata due domeniche fa, il 13 giugno, in quella che sarebbe dovuta essere una nuotata, una delle tante praticate, nel suo mare di Cesenatico a Levante e dal quale non è più tornato vivo.

Auna settimana dalla scomparsa, gli amici si sono dati appuntamento per “incontrare” Lucio Brigantiall’Approdo Mediterraneo per l’affetto e il rimpianto che si deve a un caro amico che non c’è più. Lo hanno fatto in trecento con un brindisi. In nome dei ricordi di un tempo, delle passioni condivise, in particolare in memoria di una persona buona a cui tutti volevano bene.

A Lucio Briganti, già organizzatore di eventi musicali, concerti di jazz e di musica contemporanea, Area Simica il 26 e 27 giugno intitolerà la sua manifestazione a Forlì, in piazza San Domenico. Proprio a lui, il pianista buono e gentile di Cesenatico.

E poi c’è la notizia rimbalzata dall’altra parte dell’Oceano, quella dall’artista di Chicago, Rob Mazurek che appreso della scomparsa del pianista romagnolo tra le onde del suo mare gli ha scritto e dedicato di getto un brano musicale alla tastiera. “Portal 112 for Lucio Briganti” è il titolo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui