A Cesena ottimizzazione energetica nei Quartieri e negli edifici pubblici

Un comune green che guarda al risparmio energetico al fine di abbattere i costi, creare minore inquinamento e offrire maggiore fruibilità per tutti i cittadini. Nel corso del 2021 sono diversi gli edifici pubblici su cui Energie per la Città, società in house del Comune di Cesena, è intervenuta nell’ambito di un progetto redatto insieme all’Amministrazione comunale in riferimento ai Quartieri. A questo inoltre si somma un ulteriore progetto, “Impatto zero”, dell’ammontare complessivo di 1.767.000 euro, che raccoglie una serie di interventi programmati fino al 2024, con vita utile pari a vent’anni.

Nelle sedi dei quartieri Ravennate, Cervese Nord, Al Mare, Borello e Cervese Sud si è proceduto con l’installazione dei pannelli fotovoltaici; diagnosi energetiche sono state eseguite nelle ex scuole elementari di Bulgarnò, Villa Calabra, San Martino in Fiume e di Ruffio, ma anche nella sede del quartiere Borello. In più, sempre nel segno della sostenibilità ambientale, si è proceduto con la sostituzione delle lampade tradizionali, in ben 500 punti luce di illuminazione pubblica, con quelle a led.

“Si tratta – commenta l’Assessora alla Sostenibilità ambientale Francesca Lucchi – di un intervento molto importante che interessa tutta la città, con particolare riferimento agli edifici maggiormente frequentati dai cittadini e ad alcune aree fino ad oggi sprovviste di un adeguato impianto di illuminazione pubblica. In riferimento a questo punto infatti, dopo la sostituzione dei primi 500 punti di luce, che concluderemo proprio in questi giorni, nei prossimi due anni procederemo con la sostituzione di ulteriori mille con modelli più moderni per assicurarci più risparmio, minore inquinamento luminoso e maggiore efficienza. Nel corso del 2022 inoltre installeremo nuovi impianti di illuminazione pubblica dove attualmente non ci sono anche al fine di rendere più sicure e vivibili diverse zone cittadine. È questo il caso delle vie Boscone e Cerchia di Sant’Egidio, nel Quartiere Cervese Sud, dell’area verde postelegrafonici al Cesuola, del giardino di Via Salvemini e di Via Madonna dell’ulivo al Rubicone. Saranno inoltre interessati da interventi di efficientamento energetico i quartieri Cervese Nord, Al Mare, Dismano e Oltre Savio”.

Anche il progetto “impatto zero” procede nella stessa direzione. Lo scorso novembre, con apposita Delibera, la Giunta ha approvato il progetto redatto da Energie per la Città e che interesserà tutto il territorio comunale fino al 2024 con l’esecuzione di un insieme di interventi e di azioni a favore degli edifici pubblici (scuole e palestre soprattutto) e relativi ai settori dell’illuminazione pubblica, dell’efficientamento energetico e delle fonti energetiche rinnovabili. Nello specifico, dopo l’approvazione e l’avvio del progetto dell’ammontare complessivo di 1.767.000 euro, Energie per la Città procederà con l’attuazione delle attività e l’esecuzione degli interventi fino al 2024 con vita utile pari a vent’anni.

“Scuole e impianti sportivi – prosegue l’Assessora – restano la nostra priorità. La qualità della vita dei giovanissimi passa anche attraverso i luoghi dove si concentra la loro crescita e formazione. Per queste ragioni, e con l’intento di salvaguardare l’ambiente raggiungendo un risparmio energetico importante, procederemo con la riqualificazione energetica di Palazzo Mazzini Marinelli, della scuola media ‘Viale della Resistenza’, con la sostituzione degli impianti, riqualificazione del cappotto ed esecuzione di diversi interventi edili. A questi si aggiunge l’installazione dell’impianto fotovoltaico a servizio della palestra Ex Gil di Via Dell’amore, nel cui edificio convivono la sede della Polizia Locale, il data center della rete Man e della videosorveglianza”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui