Il parco Novello a Cesena

Mentre si avvicina la data di riapertura dei parchi pubblici cittadini il Comune di Cesena guarda avanti e immagina il futuro di questi spazi cittadini. Le aree verdi all’aperto potranno ampliare le loro funzioni, diventando un luogo adatto ad ospitare attività sportive, culturali ricreative, e anche educative. Un futuro che come hanno presentato ieri in conferenza stampa il sindaco Enzo Lattuca e gli assessori Christian Castorri e Francesca Lucchi, il Comune vuole provare a disegnare coinvolgendo cittadini, associazioni, imprese locali utilizzando anche lo strumento dei patti di collaborazione. L’idea è quella di riuscire ad individuare, grazie anche all’interlocuzione con i presidenti di quartiere, alcuni parchi pubblici («almeno due per quartiere») che saranno protagonisti in modo particolare della ripresa delle attività e a cui dedicare ulteriori e particolari attenzioni dal punto di vista della manutenzione («più sfalci e di maggiore qualità, più trattamenti antizanzare») e degli arredi urbani, avviando una collaborazione con cittadini e associazioni per la piccola manutenzione usando i patti di collaborazione. A tal proposito è previsto a breve un avviso pubblico di manifestazione di interesse così da poter avviare i primi progetti a metà giugno. Pronto a partire, non appena saranno individuati i parchi, anche un progetto di potenziamento dei collegamenti ciclabili tra questi e quartieri in cui si trovano. Quello che si cercherà di disegnare è un nuovo modello di fruizione dei parchi che tenga conto delle misure di distanziamento e dell’emergenza sanitaria in corso ma capace di guardare al futuro. 

Argomenti:

aree verdi

parchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *