A Cesena 2300 firme per il refendum sull’eutanasia

Una montagna di firme per il referendum sulla eutanasia legale. Sono quelle che vengono raccolte e autenticate con un banchetto sotto al loggiato del municipio al venerdì sera e al sabato mattina.

Nella tarda mattinata di ieri una situazione difficilmente immaginabile: otto – dieci persone educatamente in fila con mascherina e documento in mano che aspettavano di poter mettere la propria firma, con il controllo di una avvocata, alla richiesta di referendum per l’eutanasia legale, che recita come slogan “Liberi fino alla fine”.

Il successo è stato notevole fin da quando è iniziata la raccolta firme oltre un mese fa. Già a inizio agosto sono stati mandati a Roma gli elenchi con circa 1500 adesioni e dal comitato centrale è già arrivata la notifica sulla regolarità dell’operazione. Da allora la raccolta è continuata con una fortissima adesione e a ieri se ne erano raccolte almeno altre 800.

Al banchetto, raccontano i volontari, si presentano persone di tutte le età e di tutte le estrazioni sociali, in gran parte già molto informati sulle richieste del referendum, mentre sono pochi quelli che hanno bisogno di delucidazioni. «Ci fa anche molto piacere che siano venute a firmare diverse persone che lavorano nell’ambito della sanità».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui