Scuola, a Cesena 23 focolai e 43 classi in quarantena

Il panorama legato alla diffusione del Covid-19 sta mutando verso una forma meno pericolosa: perché se da una parte i vaccini stanno immunizzando i soggetti più deboli ed a rischio, dall’altra a “inglobare” la malattia ed immunizzarsi a loro volta sono i più giovani, che al contempo sono anche molto più resistenti a questa infezione e quasi mai ne subiscono effetti devastanti o letali.

A scuola

Se lo scorso anno si è arrivati alle riaperture primaverili da un lockdown pressoché totale ed a scuola chiusa (orale di maturità a parte) quest’anno scolasticamente è stato assunto “un rischio calcolato” che per ora sta dando i suoi frutti in termini di minore pericolosità potenziale del virus. Le scuole sono tornate al lavoro e stano pagando dazio alla pandemia. Ma l’avanzare dei vaccini blocca la pericolosità del virus stesso. Al momento sono nel cesenate 43 le classi e le sezioni (dai piccoli del nido fino alla 5ª superiore) finite in quarantena per un caso di positività al proprio interno. Finora la quarantena era di 14 giorni, ora per legge ridotta a 10 quando ci sono tamponi negativi a certificare la possibile ripresa dell’attività in presenza.

Di queste 43 tra classi e sezioni in 23 costituiscono un “focolaio”. Si dice tale quando ci sono due o più contagiati contemporaneamente. A fronte della necessità di proseguire con la didattica a distanza non si sono segnalate situazioni gravi di malattia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui