A Cervia sistema contro gli allagamenti del sottopasso di via Bova

Il Comune mette in sicurezza il sottopasso di via Bova con 25mila euro. Se ne incarica la ditta Gamie, che ha vinto la gara con una offerta di 19mila euro, cui si aggiungono oltre 5mila euro di imprevisti. Dopo i frequenti allagamenti di questo sottopassaggio ciclabile che bypassa la statale Adriatica, diventato imprescindibile per la futura rete leggera che unirà il centro storico al Centro visite delle saline, il Comune corre ai ripari.

«La tematica della sicurezza connessa con il pericolo di allagamenti dei sottopassi – recita la determina dirigenziale –, è emersa in maniera evidente negli ultimi anni, caratterizzati dai cambiamenti climatici. Si sono infatti susseguiti numerosi eventi meteorici intensi e improvvisi, spesso non prevedibili, che hanno provocato situazioni molto rischiose».

Il progetto generale, redatto sulla scorta delle indicazioni della Regione, contiene le “Raccomandazioni per la mitigazione del rischio di allagamento dei sottopassi stradali”. E prevede la realizzazione di un sistema di rilevamento, incentrato per ora sui sottopassaggi più critici. Ma adesso tocca appunto a quello di via Bova, spesso invaso dalle acque piovane e impraticabile, cui si affiancherà l’ammodernamento di alcuni impianti già installati, su progetto dell’Unità di protezione civile. Alla gara, oltre alla ditta lughese aveva partecipato anche la Zama impianti di Galeata, che però ha presentato un ribasso del 7,50%, contro il 15,60% della vincente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui