Giovedì nel tardo pomeriggio, alla centrale operativa della polizia locale dell’Unione Rubicone e mare giungeva la segnalazione di un’autovettura posteggiata in modo anomalo, sul retro di uno dei blocchi del parco commerciale Romagna Center.
Nei paraggi era in servizio una pattuglia in borghese della polizia locale, che veniva inviata a controllare. Gli agenti, trovata la vettura nascosta dietro dei compattatori, accertavano che l’auto, chiusa, all’interno sul sedile posteriore conteneva vari capi di abbigliamento, per lo più giubbotti, alcuni dei quali ancora con cartellini e antitaccheggio.
Si appostavano quindi nei pressi.
Dopo circa una mezz’ora giungevano due uomini che, aperta la vettura, vi salivano e facevano per avviarla. I due venivano subito bloccati e perquisiti. Uno aveva addosso tre giubbotti, due dei quali con antitaccheggio. A bordo anche un coltello a serramanico.
I due venivano ammanettati e portati in comando.
Qui giungevano i titolari dei negozi derubati, che riconoscevano la propria merce.
Fra giubbotti, felpe, capi di abbigliamento vari e scarpe, veniva in tal modo recuperata refurtiva per un valore di circa 900 euro.
Gli arrestati, B.S. quarant’anni e Q.H. 36 anni, entrambi marocchini irregolari in Italia, pluripregiudicati e domiciliati a Cesena, sono stati condotti ieri mattina in Tribunale, dove per direttissima (giudice Anna Fiocchi) veniva convalidato l’arresto e disposta la custodia cautelare in carcere.
Il prossimo 9 marzo si svolgerà il rito abbreviato chiesto dai difensori d’ufficio, avvocati Enrica Spadafora e Emanuel Foschi, di Forlì.

Argomenti:

arrestati

furto

polizia locale unione rubicone mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *