A questo punto dell’anno scolastico è necessaria una “cabina di regia” che affronti le emergenze che via via si presentano. Obiettivo primario: le scuole devono rimanere aperte. Lo chiede Mattia Morolli, assessore alla pubblica istruzione. “La gestione dell’attività scolastica, nel tempo della pandemia, è inedita negli scenari quotidiani e nella soluzione dei problemi che emergono – ha detto questa mattina -. Uno sforzo e un impegno imponente per tutte le istituzioni, per le famiglie, per gli alunni. Ma è uno sforzo necessario: la ripresa della scuola non va fermata, la priorità assoluta per il Paese deve essere questa, senza se e senza ma. Ciò presuppone un continuo “autotuning” e una concertazione sistematica tra tutti i soggetti che compongono l’universo scuola sui territori. In tale direzione propositiva e positiva va la mia proposta di istituire una cabina di regia sulla scuola che, a livello provinciale, garantisca una gestione coordinata della sicurezza di tutti istituti scolastici del territorio. Una struttura operativa dove siano rappresentati tutti i Comuni della provincia di Rimini, i dirigenti scolastici, le organizzazioni in rappresentanza degli operatori, coordinati dalla Provincia di Rimini stessa e dall’Ufficio scolastico regionale, in grado di poter monitorare organicamente l’andamento della situazione e coordinare tempestivamente le necessarie precauzioni da attuare dentro e fuori le scuole”.

Argomenti:

covid

scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *