10 anni dalla morte di Dalla: mostre, libri e spettacoli

Ricorre oggi il decimo anniversario dalla scomparsa di Lucio Dalla (Bologna, 4 marzo 1943 – Montreux, 1º marzo 2012), simbolo della città di Bologna ma al tempo stesso molto legato alla Romagna e a Rimini in particolare, dove teneva ormeggiata la sua imbarcazione Brilla&Billy. Grazie a lui Bologna è diventata un riferimento per i giovani cantautori degli anni Settanta e Ottanta e ancora oggi tanti dei suoi luoghi di ritrovo più peculiari, come le osterie e le piazze, sono meta degli amanti della musica.

Le mostre

Per commemorare la sua scomparsa sono stati organizzati diversi eventi proprio a Bologna e nei dintorni. Il più rilevante è sicuramente la mostra-evento al Museo Civico Archeologico della città dal titolo Lucio Dalla. Anche se il tempo passa. La curatela è di Alessandro Nicosia in collaborazione con la Fondazione Lucio Dalla. L’esposizione racconta la vita e la carriera di Dalla con documenti, foto, filmati e abiti di scena del cantante, alcuni dei materiali esposti per la prima volta. La mostra sarà visitabile dal 4 marzo al 17 luglio, per poi spostarsi in giro per l’Italia arrivando anche a Roma, Napoli e Milano.

Sempre a Bologna, in Salaborsa, è poi aperta un’altra mostra fotografica, Lucio Dalla nelle immagini dei fotografi, che fino al 3 aprile propone fotografie di eventi, concerti, momenti di svago dell’artista che hanno avuto luogo proprio nel bolognese.

Non può mancare poi la visita alla casa-museo di Via d’Azeglio, vicino a Piazza Maggiore. Il tour guidato inizia nella chiesa di Piazza dei Celestini, in cui Dalla fu battezzato, per poi proseguire all’interno dell’abitazione e ha il costo di 15 euro per gli adulti e 10 per i bambini tra i 6 e i 12 anni e per gli over 65. Per i minori di 6 anni l’ingresso è gratuito. La casa è aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 16 (www.fondazioneluciodalla.it).

Gli spettacoli

Il 4 marzo alle 21 invece, al teatro Don Bosco di Castello d’Argile, si potrà assistere allo spettacolo Da quando sei partito di Fabrizio Montebignoli, messo in scena dalla compagnia teatrale Note Giuste di Bologna, insieme al Centro Danza Buratto. Attraverso le canzoni di Dalla e le coreografie lo spettatore avrà modo di scoprire un inedito Lucio. I biglietti, del costo di 10 euro e 8 per i minori di 12 anni, sono acquistabili tramite mail, scrivendo all’indirizzo cinema.donbosco@libero.it o telefonando al numero 333 1904780.

Sempre il 4 marzo alla Galleria dei Sensi, in via Farini 9 a San Giovanni in Persiceto, il quartetto di voci Futura Republic proporrà un viaggio melodico attraverso alcuni dei brani di Lucio Dalla, sorprendendo l’ascoltatore con l’esecuzione di numerose canzoni, anche le meno conosciute.

Lucio da leggere

Per gli amanti dei libri invece si consigliano due letture. La prima è quella del volume Lucio Dalla. La vita, le canzoni, le passioni pubblicato da Diarkos e scritto da Salvatore Coccoluto, scrittore, saggista e critico musicale. Il libro offre un’intima esplorazione di alcuni aspetti inediti della vita del cantante, in particolare pone l’attenzione sul rapporto che ebbe con i luoghi della sua infanzia e maturità e sui legami che segnarono la sua vita, senza mancare di approfondire alcune sfaccettature del suo carattere.

In uscita anche Lucio Dalla. Immagini e racconti di una vita profonda come il mare, di Massimo Poggini, per Bur, in libreria proprio da oggi, 1 marzo. Poggini, tra le altre cose autore di diversi bestseller, è riuscito a mettere insieme in questo libro tutte le fotografie, le storie, gli aneddoti e le curiosità più intriganti che ripercorrono la vita e l’arte di Dalla. Interessanti anche i retroscena creativi e i significati più celati di alcune sue canzoni immortali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui