Sequestro della moschea a Forlì, chieste ulteriori indagini

Sequestro della moschea a Forlì, chieste ulteriori indagini
Il capannone in via Fabbretti al centro della richiesta di sequestro (foto Fabio Blaco)

FORLI’. La Procura di Forlì ha chiesto ulteriori indagini alla Polizia Locale prima di prendere una decisione sulla richiesta di sequestro preventivo dello stabile di via Fabbretti utilizzato come moschea dai fedeli islamici. La notizia trapela da Palazzo di giustizia pochissimi giorni dopo che la Municipale aveva depositato un corposo fascicolo sull’utilizzo del capannone, sulle frequentazioni e sulle modalità di accesso, di fatto accertando che non era usato come da accordi per uso commerciale, per realizzare un laboratorio artigianale, ma come luogo di culto al quale si rivolgevano molte persone.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *