Scuola Riccione Paese, sopralluogo delle assessore Ermeti e Battarra

Mar 11 Giugno 2019 | Redazione Web


Sopralluogo questa mattina alla scuola primaria Riccione Paese per Lea Ermeti, assessora ai lavori pubblici e Alessandra Battarra, assessora ai servizi educativi.

Nella scuola sono arrivati i primi nuovi arredi, pronti per essere sistemati nelle classi ed accogliere gli alunni al momento del rientro a settembre con il nuovo anno scolastico.
A breve partiranno gli interventi di realizzazione del nuovo giardino, ultimo tassello della riorganizzazione e riqualificazione complessiva del plesso scolastico, così come concordato dall’amministrazione con la dirigenza scolastica e i rappresentanti dei genitori. Nel nuovo giardino verranno inseriti un orto botanico, piantumate nuove alberature e arredi con panchine e aree apposite per lo svolgimento delle attività da svolgersi all’esterno.

Verrà anche riqualificato il parcheggio interno della scuola prospiciente via Macchiavelli e delimitato da siepi di arbusti in modo da creare un’area attrezzata per i posti auto ma connotata dalla presenza di tanto verde. Tra le nuove piantumazioni sono previste il prunus, fico, catalpa, pini domestici e pini neri, olmi, robinia e thuja. 
Riqualificazione dell’intero stabile, dal punto di vista energetico e sismico, rinnovo dell’impianto elettrico, delle murature portanti, fondazioni, soffitti e controsoffitti, abbattimento delle barriere architettoniche dei solai al primo piano, nuovo impalcato del sottotetto, coperture in legno: sono questi i principali interventi realizzati nello storico plesso scolastico.

“ Dal sopralluogo effettuato questa mattina per verificare i nuovi arredi scolastici - affermano le assessore Ermeti e Battarra - abbiamo constatato che la scuola così ristrutturata e riqualificata, bella e in sicurezza, con nuove pavimentazioni, infissi, porte,servizi per disabili e completamente ristrutturata, rispenderà a pieno alle esigenze degli alunni e di tutto il personale scolastico. Il plesso, riverniciato nel rispetto dei colori originari dell’edificio, è stato completamente rivisto, una nuova ‘casa’ pronta ad accogliere i suoi studenti”.

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *