“Sciroppo di teatro”: spettacoli per bambini… senza controindicazioni

Su il sipario, vanno in scena gli spettacoli per teatro ragazzi. Con l’ingresso nel nuovo anno, entra nel vivo Sciroppo di teatro, il progetto di teatro per bambini, bambine e famiglie di Ater Fondazione: nei teatri dei 22 Comuni della rete inizia la programmazione degli spettacoli.  Il primo sipario si aprirà a Modena il  9 gennaio alle 16.30 al Teatro Storchi, in collaborazione con ERT con Zuppa di Sasso, spettacolo di Danilo Conti e Antonella Piroli, con Danilo Conti, scenografia e oggetti di scena Scuola Arti e Mestieri di Cotignola, Massimiliano Fabbri, Compagnia Tanti Cosi Progetti, produzione Accademia Perduta/Romagna Teatro; il 15 e il 16 gennaio toccherà al teatro Binario di Cotignola, nel ravennate, prima con Rusco revolution di Nove Teatro e il giorno dopo, con Tartaruga Piè pesante di Fratelli di Taglia. Sempre domenica 16 gennaio debutterà  a Casalecchio di Reno, nel bolognese, al Teatro Laura Betti lo spettacolo Controvento di Michele Cafaggi; al  teatro Comunale di Cesenatico, lo spettacolo Il carretto delle storie: Hansel e Gretel della compagnia Teatro dell’0Argine;  a Reggio Emilia al Teatro Cavallerizza, Rodarissimo del Teatro dell’Orsa, e a Santarcangelo di Romagna, nel riminese, al Teatro il Lavatoio, lo spettacolo Caro Orco della Fondazione Solares. La programmazione proseguirà fino al 10 aprile, con un totale di 74 spettacoli, messi in scena da  35 compagnie di teatro ragazzi,  di cui 20 emiliano-romagnole. 

Una novità importante è l’ingresso nel progetto del Comune di Cavriago, nel reggiano, che porta così a 22 il numero dei Comuni coinvolti nella sperimentazione (Casalecchio di Reno (Bo), Modena, Bomporto (Mo), Nonantola (Mo), Maranello (Mo), Pavullo nel Frignano (Mo), Reggio Emilia, Scandiano (Re), Novellara (Re), Cavriago (Re)  e Correggio (Re); Parma,  Fidenza (Pr), Ravenna, Russi (Ra), Conselice (Ra), Cotignola (Ra), Cattolica (Rn), Morciano di Romagna (Rn), Rimini, Santarcangelo di Romagna (Rn) e Cesenatico (Fc)). A dicembre sono state distribuite 42.300 “confezioni di Sciroppo”  nelle farmacie e negli studi pediatrici  dei comuni della rete, ossia i  libretti illustrati da Matteo Pagani, nei quali è inserito il bugiardino che contiene le indicazioni per la somministrazione e l’assunzione di questa “medicina eccezionale per potersi emozionare”. Nel libretto ci sono 6 ricette, ognuna delle quali corrisponde a un biglietto da ritirare alla biglietteria del teatro prescelto  al prezzo di 2 euro, valido per un bambino o una bambina e un accompagnatore, che potranno  assistere in questo modo a 3 spettacoli. 

Complessivamente, si sono attivati nella distribuzione 152 pediatri, 225 farmacie Federfarma e 11 Assofarm. Nei 22 comuni vivono 59.652 bambini e bambine di età compresa tra i 3 e gli 8 anni.  A partire dall’idea iniziale di Silvano Antonelli, direttore della compagnia teatrale Stilema di Torino, attraverso un lavoro intenso di Ater Fondazione di questi mesi,  il progetto “Sciroppo di teatro” ha preso corpo in Emilia-Romagna  grazie alla collaborazione tra gli Assessorati regionali alla Cultura, Sanità e Welfare, i Comuni Soci, le organizzazioni sindacali dei pediatri FIMP e CIPe, le loro associazioni scientifiche ACP e SIP e le farmacie aderenti a FederFarma e AssoFarm. L’obiettivo è quello di farne un progetto inedito di  welfare culturale attraverso una nuova alleanza  di sistema in cui la cultura e il teatro diventano centrali per  generare cambiamenti significativi sul piano della salute e del benessere dei bambini e delle famiglie. Tutte le informazioni su https://www.ater.emr.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui