San Marino domenica al voto per due referendum

SAN MARINO. Domenica i sammarinesi saranno chiamati ad esprimersi su due referendum: uno propositivo chiesto dal Pdcs insieme a tutte le forze di opposizione, che riguarda una modifica della Legge elettorale (scheda azzurra). L’altro confermativo, che riguarda la modifica della “Dichiarazione dei Diritti dei cittadini e dei Principi fondamentali dell’ordinamento sammarinese” (scheda gialla).

Il Pdcs, nel chiedere la massima partecipazione possibile, rispiega il significato dei due referendum. Quello sulla Legge elettorale (scheda azzurra) nasce dall’esperienza delle ultime elezioni politiche e vuole «porre rimedio alle distorsioni provocate dall’applicazione del ballottaggio per effetto del quale si è avuto uno stravolgimento nella composizione del Consiglio Grande e Generale, con uno spostamento a favore della maggioranza di 15 seggi su 60 (25%) rispetto al risultato del primo turno».

La proposta di modifica è intesa a evitare il ricorso al ballottaggio e chiede pertanto che, in caso di non raggiungimento del 50% dei voti da parte di nessuna coalizione o lista al primo turno, ci sia la possibilità di raggrupparsi tra 2 o più colazioni o liste per avere la maggioranza richiesta, senza ricorrere al premio di maggioranza. Tutto il resto delle norme vigenti in materia elettorale rimarrà invariato.

Il secondo quesito, ricorda il Pdcs, chiede di confermare la modifica dell’art.4 della Dichiarazione dei Diritti (scheda gialla) che consiste nell’aggiunta all’interno dell’art. 4 della Dichiarazione dei Diritti della dizione “orientamento sessuale” fra gli elementi che non debbono creare distinzione rispetto all’affermazione che “tutti sono uguali davanti alla legge”. «Una aggiunta che sembrerebbe innocua e scontata, soprattutto se intesa ad affermare l’assoluta dignità della persona umana; altra cosa invece sarebbe se il riferimento all’orientamento sessuale fosse per promuovere una visione ideologica della persona che vede l’identità sessuale come presupposto o motivo di scelte individuali, insindacabili e, soprattutto, meritevoli in ogni circostanza di riconoscimento pubblico».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui