Riolo piange Marzia, la “cambusiera” degli scout

E’ mancata all’affetto dei suoi cari in seguito all’aggravarsi di pregresse malattie, Marzia Mainardi, 75 anni. “La nonna di Riolo” come veniva da molti riconosciuta, era apprezzata in paese, ma anche da turisti e visitatori lontani che hanno avuto occasione di incontrarla durante la sua pluriennale gestione del Grand Hotel Terme, insieme al defunto marito, Silvestro Diversi. Si occupava anche della cucina e le sue ricette sono rimaste impresse indelebili nei clienti dell’albergo. Era inoltre famosa tra gli scout che l’adoravano, in quanto come “cambusiera” si occupava di preparare i pasti durante i campi. Proprio al gruppo scout di Riolo Terme andranno le offerte del funerale che si svolgerà sabato alle 15, partendo dall’obitorio dell’ospedale civile di Faenza, per giungere presso la chiesa di San Giovanni Battista a Riolo, alle 15.30. Dopo le esequie si proseguirà per l’area crematoria di Faenza. Marzia Mainardi lascia i tre figli Giovanni, Daniele e Fabio, gestori del noto Caffè del Corso, le nuore e i nipoti, ai quali mancherà molto, come ai tanti che l’hanno conosciuta. F.D.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui