Rimini, bloccato all'aeroporto grazie al Border control system

Lun 10 Giugno 2019 | Redazione Web


RIMINI. Quattro anni fa si era scagliato contro le forze dell'ordine e contro gli operatori del 118 mentre si trovava in un forte stato di agitazione. Ieri il 37enne è stato bloccato dalla polizia di frontiera all'aeroporto Fellini di Rimini. Era sbarcato con il volo in arrivo da Mosca/Vnukovo.

Doppia nazionalità, russa e italiana, 37 anni, era stato condannato dal giudice di pace di Rimini per il reato di lesioni personali. L’individuazione del ricercato è stata possibile grazie all’utilizzo del sistema BCS – Border Control System che permette di analizzare in tempo reale tutti le liste dei passeggeri in arrivo dai Paesi a rischio immigrazione clandestina ancor prima dell’atterraggio del volo e ad una capillare verifica dei documenti di identità utilizzati dai passeggeri per entrare nello Spazio Schengen.

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *