Ravenna, morto negazionista contagiato Diceva “il covid non esiste”

Era uno di quei pazienti che, come raccontato nei giorni scorsi al Corriere Romagna da un medico dell’ospedale di Ravenna, in corsia definiscono gli “irriducibili”, negazionisti del covid così radicali da ostacolare l’operato di camici bianchi e infermieri. Un integralismo che nei giorni scorsi ha però portato alla morte un pensionato, deceduto al “Santa Maria delle Croci” dopo quasi tre settimane di ricovero. Convinto dell’inesistenza del coronavirus, l’anziano rifiutava i tamponi e persino di indossare la mascherina. E a nulla, anche durante la permanenza in ospedale, sono serviti gli appelli dei familiari per cercare di fargli cambiare idea e accettare le cure. Anzi, a più riprese al telefono ha chiesto ai parenti di farlo uscire dall’ospedale. L’uomo, che godeva di buona salute, aveva scelto di non vaccinarsi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui