Quel piccolo, grande passo lunare è una festa per tutta la Romagna

Quel piccolo, grande passo lunare  è una festa per tutta la Romagna

«Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l’umanità». Una frase che ha segnato il Novecento e che tutti ricordano. Così, infatti, l’astronauta Neil Amstrong, primo uomo a sbarcare sulla luna il 20 luglio del 1969, definì il suo saltello iniziale sul suolo lunare. Oggi, a 50 anni di distanza, quell’evento diventa occasione per un weekend tra beach party, cene a tema, conferenze, osservazioni del cielo stellato in tutta la Romagna.
Ecco dove rivivere le sensazioni di una delle conquiste più emozionanti della storia.
Venerdì 19 serata
a guardare le stelle
Prima una rievocazione raccontata dalle voci degli astrofili, poi tutti su un prato a guardare con i telescopi e a occhio nudo la luna piena e le stelle. È la formula delle notti dedicate alla grande avventura dell’uomo sulla luna in varie località tra il ravennate e il bolognese. A due passi da Cervia, esattamente alla Pieve Santo Stefano di Pisignano, questa sera (dalle 21) prima una conferenza su tutto quello che bisogna assolutamente sapere sulla notte di 50 anni fa e sul satellite luna. Poi un’osservazione collettiva del cielo di notte a occhio nudo e con i telescopi. www.astrofilirubicone.it
La notte della luna al planetario nei boschi e in Romagna
Quest’anno il planetario del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, a Pratovecchio, sull’Appennino fra Romagna e Toscana, dedica alla scoperta della luna un intero ciclo di conferenze estive. Il momento clou è sabato 20 luglio (ore 21) con “La notte della luna”. Inclusa nel biglietto (5 euro) anche la visita del planetario, fra meteoriti e globi celesti.
www.parcoforestecasentinesi.it
Sempre sabato sera 20 luglio a Savignano sul Rubicone c’è un incontro in piazza con l’astrofisico Oriano Spazzoli e lo scrittore Marcello Ferrara, prima di spostarsi in gruppo per un’osservazione guidata del cielo. Inizio ore 21 in piazza Padre Lello.
Beach party stile Bollywood per celebrare la luna piena
Ci sarà nell’aria anche un pensiero al primo sbarco sulla luna, nel beach party dal sapore un po’ bollywoodiano sulla spiaggia libera di San Giuliano a Rimini, sabato sera. La festa si chiama “Bombay full moon party” ed è in contemporanea con la stessa festa thailandese a Koh Phangan. Alle 17 spazio a famiglie e bambini con colori, profumi e street food tailandese. Poi dj nazionali e internazionali per ballare sotto la luna piena. La festa, plastic free, raccoglie fondi per l’acquisto di un “seabin”, un bidone che raccoglie la plastica e gli idrocarburi dal mare.
E a Faenza si festeggia con un concerto con le hit del 1969
Un concerto in piazza con le hit del 1969 per festeggiare l’impresa dell’uomo che 50 anni fa mise piede sulla luna. È quello che ha organizzato sabato sera a Faenza il magazine di informazione culturale Gagarin orbite culturali, che festeggia proprio con questa occasione anche 10 anni di attività. Fra una cover e l’altra non mancheranno incursioni semiserie, interviste e contenuti legati alla luna.
A San Mauro Mare si rivive il primo passo sul Mare della tranquillità
Domenica 21 luglio, San Mauro Mare rivive i momenti di emozione che tutto il mondo provò assistendo in diretta mondiale alla prima impronta umana sul Mare della tranquillità, avvenuta alle ore 2.56 del mattino del 21 luglio 1969. Aneddoti, filmati originali, immagini. Ore 21, arena di via Libertà (a fianco del Parco Campana). Ingresso libero.
Tutto in quella notte
Che cosa successe la notte del 20 luglio 1969? Testimonianze, filmati, osservazioni scientifiche e aneddoti intessono le serate speciali dedicate all’avventura dell’Apollo 11. A Milano Marittima mercoledì 24 luglio (ore 21.30 in viale Ravenna) ci sono due testimoni di quei giorni: Giancarlo Mazzuca, inviato speciale e scrittore, e Luca Liguori, voce storica della Rai, che nel decennio 1960-1970 ha seguito tutte le imprese della Nasa. Presentano il loro libro “21 luglio 1969 quel giorno sulla luna” sul palco di “Cervia ama il libro”.
Anche un libro
“La Romagna vista dalla luna”, per la collana faentina dell’Associazione Acsè, vuole ricordare quanto la piccolissima Romagna, grande quanto lo 0,01 della superficie lunare, abbia da tempi immemori un rapporto diretto ed esiziale con il nostro satellite. Il volume raccoglie testimonianze di chi ha vissuto i momenti dello sbarco, versi dialettali e racconti.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *