Parte a Cervia il Festival della Romagna

CERVIA. Il 6° Festival della Romagna di Cervia apre il sipario alle 20.30 ai Magazzini del sale e Torre San Michele; ciò a conferma dell’unione fra arti e cultura, e radici del borgo salinaro; da oggi a domenica 23 giugno si conversa su temi coinvolgenti e si premiano romagnoli di valore. Stasera si parla di “La Romagna una terra di cultura” e si consegna il Premio Romagna, sezione musica, al cantautore Alberto Bertoli, figlio d’arte di Pierangelo Bertoli (1942-2002). Segue una performance di allievi e musicisti del Liceo artistico e musicale di Forlì. Il dualismo cultura divertimento continua giovedì 20 giugno alle 21; alla Torre gli storici Renato Lombardi e Giuseppe Zannini parlano di storie di mare e di “vele al terzo”. Il circolo di pescatori “La pantofla” riceve il Premio Romagna-tradizioni. In piazza Garibaldi invece il Trio Iftode rievoca la musica romagnola dei primi maestri Zaclèn, Scondo Casadei, Zanzi, Ferrer Rossi. A Gabriele Zelli va il Premio Romagna-territorio.
Bertoli quali attività la stanno impegnando?
«Sono logopedista, direttore artistico, cantautore; sto portando in tour il mio spettacolo. È un concerto con canzoni mie e di mio padre, un connubio che mi rappresenta. D’altra parte sono nato cantante imparando le canzoni di mio padre. Sono anche padre di un bambino di due anni e di un altro in arrivo».

L’intervista ad Alberto Bertoli sul Corriere Romagna oggi in edicola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui