CALCIO SERIE C

02/02/2019 - 11:14

di SANDRO CAMERANI

Il Ravenna cerca punti play-off con una Fermana molto solida

I giallorossi sfidano in casa la quarta forza del torneo. Foschi: "Serve bella prova anche a livello mentale"

Il Ravenna cerca punti play-off con una Fermana molto solida

RAVENNA. Arriva al Benelli, in notturna a febbraio (20.45) e pure in Tv (Sportitalia), giusto per penalizzare ancora il cassiere giallorosso, una Fermana lanciata in classifica in modo sorprendente rispetto alle previsioni e conseguentemente audace e generosa nel mercato terminato giovedì. Il quarto posto in classifica ha evidentemente alimentato un pensiero stupendo nella mente della società marchigiana, che così ha portato in dono a Flavio Destro Maloku e soprattutto i talenti ex Carpi Malcore, seguìto anche dal Ravenna, e Van der Hejden. Ma non per questo i giallorossi debbono preoccuparsi, anzi, perchè più alto è l'ostacolo e migliore è il rendimento di quelli di Foschi. La Triestina ne sa qualcosa, questa sera se possibile andrà perfezionata quella prestazione con il ritorno ai tre punti.

Difesa e attacco

È arrivato Gudjohnsen, torre islandese anche con i piedi sapienti che il popolo giallorosso probabilmente inizierà a conoscere già questa sera, a gara in corso. L’impressione è che si tratti dell’uomo giusto per sfruttare i cross di Eleuteri e Bresciani ma anche per occupare stabilmente un’area che spesso gli arretramenti a giocare per la squadra di Galuppini e Nocciolini lasciano piuttosto sguarnita. Però il primo problema che il Ravenna dovrà risolvere per fare risultato dovrà essere il ritorno ad una accettabile impermeabilità difensiva. Cinque reti al passivo in tre partite, le ultime, sono un ruolino di marcia sconosciuto al Ravenna, un impasse che ne ha interrotto la bella risalita verso le prime posizioni.

Il prepartita

Ecco il prepartita di Luciano Foschi: «La cosa negativa é che abbiamo preso tanti gol di recente ma ne abbiamo anche fatti tanti, ho rimarcato la cosa dopo Monza perché segnare tanto e non vincere è un peccato. Ci è capitato anche all’inizio del campionato ma poi prestazioni e risultati sono arrivati, adesso dobbiamo capire che vanno limitati tanto gli errori, pesati di più i particolari. Tutte le squadre si sono rinforzate, noi abbiamo preso un nazionale under 21 islandese dopo Esposito under 20 azzurro. Può giocare di sponda e raccogliere di testa i cross degli esterni. Possono giocare anche tutti e tre assieme gli attaccanti ma bisogna lavorarci. La Fermana è forte, noi siamo in bilico sui play-off e i marchigiani hanno quattro punti in più, si sono rinforzati ancora sul mercato e arrivano con assenti ma anche innesti. Penso che in definitiva sarà una partita molto equilibrata, serve una bella prestazione anche a livello psicologico».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c