CALCIO SERIE C

03/01/2019 - 08:07

di ANDREA MIRRI

I numeri dell’andata esaltano le romagnole

A brillare è soprattutto l’Imolese: è la squadra che fa più possesso palla, Lanini e Carini in vetta a due classifiche

I numeri dell’andata esaltano le romagnole

IMOLA. Chi è il portiere che finora ha parato di più nel girone B della Serie C? Qualsiasi risposta diversa da Bindi del Pordenone vi vedrebbe perdenti: già, il portiere della prima della classe è sorprendentemente quello che ha parato più palloni nelle 20 giornate mandate in archivio. Una statistica particolare in un momento di sosta nel quale, con i numeri, si può leggere quello che la classifica ha finora mostrato e detto.

Tiri in porta di squadra

Pordenone, terra di tiratori. L’undici allenato da Tesser è infatti quello che tira di più del girone con 293 conclusioni tentate, con un indice di precisione (ovvero quante volte è stato centrato lo specchio della porta) pari al 36%, un punto e mezzo percentuale sopra la media del Girone B. Una media di precisione dalla quale è lontana l’Imolese con il suo 29% da migliorare. Quella rossoblù è la squadra romagnola che calcia maggiormente con 224 conclusioni (ma solo 65 nello specchio) contro le 213 del Ravenna (65 tiri nello specchio per il 30,5% di precisione) e le sole 187 del Rimini, che, però, è la più precisa di Romagna con il 33,3% (63 tiri nello specchio). Fanalino di coda del girone, non a caso, è la Fermana di Destro:162 conclusioni totali ma ben 55 nello specchio.

I tiratori scelti

Considerando la statistica legata solo ai giocatori che abbiano giocato almeno 900 minuti, il tiratore principe del girone è Stefano Giacomelli del Vicenza con 54 tiri totali per una media, legata ai minuti effettivamente giocati, di 3,27 conclusioni a partita. Una media che è più bassa di quella di Lanini (Giacomelli ha giocato 1.443 minuti, il 17 imolese appena 998) che ha tentato 39 tiri (3,39 per ogni 90 minuti giocati) e sta dietro a Galuppini: il mancino del Ravenna ha concluso in porta ben 46 volte con una media di 3 tiri a gara. Galuppini e Lanini sono decisamente avanti rispetto al tiratore scelto del Rimini: Candido, infatti, ha finora concluso 32 volte totali verso la porta avversaria con una media di 2,37 conclusioni ogni 90 minuti effettivi.

Il “cecchino” Lanini

Lanini, che finora ha segnato 7 reti, è il giocatore del girone che ha la media gol per minuti più alta con 0,61 gol segnati ogni 90’. Dietro a lui, Germinale del Pordenone con 0,57 (anche per Germimale 7 gol come Lanini e il ravennate Nocciolini, che però avendo giocato sempre o quasi ha una media di 0.37 gol ogni 90) e Giacomelli del Vicenza (capocannoniere con 9 centri) con 0,54. In classifica è ben piazzato anche De Marchi (5 centri finora ovvero 0,47 gol per ogni 90 minuti) mentre è molto staccato Volpe, capocannoniere del Rimini con 4 reti ma solamente un indice di 0,26 gol a partita.

Chi para di più

Con 85 parate nel solo girone d’andata è Bindi il portiere che para di più del girone. Considerando i minuti giocati e le variazioni fra i pali (Rossi e Zommers nell’Imolese, Scotti e Nava nel Rimini) l’unico termine di paragone fra le romagnole è quello del giallorosso Venturi che ha effettuato 44 parate da inizio stagione. A livello di squadra, chi subisce più tiri in porta (il dato comprende anche quelli che non terminano nello specchio) è il Renate (273, la peggiore del campionato di C è la Paganese con 313) seguito dalla Virtus Verona, con il Rimini che è la più bersagliata fra le romagnole con 230 tiri subiti finora mentre Imolese (213) e Ravenna (210) sono più staccate

Stakanovista Carini

Filippo Carini è il giocatore che ha giocato più minuti in tutta la serie C: il centrale difensivo rossoblù non ha infatti saltato un minuto delle gare giocate dall’Imolese e con 1917 minuti (recuperi compresi) guida la graduatoria con 2 minuti di vantaggio su Achille Coser, esperto portiere dell’Albinoleffe. Il primo tempo non giocato a Bergamo tiene giù dal podio Alessandro Garattoni, terzino destro dell’Imolese, che ha 1.866 minuti giocati finora mentre l’espulsione rimediata a Imola ha fatto perdere posizioni a Tommaso Lelj, stakanovista del Ravenna con 1.818 minuti in una classifica che non vede nessun giocatore del Rimini nei primi 30 della graduatoria.

Rimini, due primati

Il Rimini è la squadra che ha conquistato più punti in casa all’andata: 19 con 5 vittorie e 4 pareggi. Biancorossi in vetta anche in un’altra classifica: il difensore Ferrani è infatti il più ammonito (9 cartellini gialli) del girone.

Possesso palla mon amour

L’Imolese è la squadra del girone B della C che ha il maggior possesso palla: i rossoblù di Dionisi infatti hanno il 56.5% di possesso palla (quasi 51 minuti a gara, recuperi esclusi) e guidano una classifica che vede al secondo posto il Monza con 55.4% mentre Rimini e Ravenna sono lontanissime ed appaiate a quota 47.2% in una classifica chiusa, per la serie “i numeri non mentono”, dalla Fermana, che lascia regolarmente l’iniziativa agli avversari con il 43 per cento di possesso palla.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c