CALCIO B

10/02/2018 - 10:49

di LUCA ALBERTO MONTANARI

Cesena, tocca a Fedele affiancare Schiavone a centrocampo

L'italo-svizzero al posto di Di Noia. Vita si fa preferire a Dalmonte: Castori vuole un'ala più tattica

Cesena, tocca a Fedele affiancare Schiavone a centrocampo

CESENA. Duecentosettantasette minuti, recuperi esclusi. Il tocco beffardo di Lamin Jallow per il 3-3 che il 2 dicembre inchiodò il Frosinone al tramonto di una partita incredibile resta l’ultimo gol segnato in trasferta dal Cesena, che poi si è improvvisamente sgonfiato riuscendo a strappare un punto solo a Parma (0-0), prima dei due viaggi ricchi di rimpianti ma a impatto zero in quel di Cremona e Venezia. Ad accomunare le ultime tre trasferte senza gol non c’è tanto (o solo) questo dato statistico ma quanto, semmai, l’approccio del Cavalluccio, piuttosto conservativo e con il tipico assetto da 0-0 che ha pagato solo una volta.

Oggi pomeriggio, sul sintetico del Partenio di Avellino, la prima risposta è attesa proprio a livello mentale e di gestione della partita, magari ripensando anche alla doppia feroce reazione di domenica dopo i gol dello 0-1 e del 3-3 realizzati dalla Ternana. Perché, evidentemente, a questa squadra fame e carattere non fanno difetto.

Ballottaggi

Escludendo Di Noia, fermato per un turno dal giudice sportivo, Castori ha tutto il gruppo a disposizione. E, anche per questo, deve ancora decidere almeno un paio di cose. Nel confermato 4-4-2 con Jallow e Moncini in attacco, i dubbi maggiori dovrebbe concentrarsi in difesa: al centro sgomitano Esposito e l’ex Suagher, che vanno ormai da tre settimane al ballottaggio, mentre ai lati ci sono due maglie per tre uomini, con turno di riposo per Fazzi o per l’altro ex Donkor. A centrocampo debutta da titolare Fedele mentre Vita sarà confermato sulla fascia, proprio perché con le due punte e Laribi serve un “tattico” dalla parte opposta.

Spauracchio

Nell’Avellino scalpita il rientrante Matteo Ardemagni, una delle bestie nere del Cesena, a cui ha segnato 6 gol in carriera con quattro maglie diverse. I Lupi, prima e dopo la pausa, hanno mantenuto lo stesso rendimento: una vittoria, un pari e una sconfitta. Oggi capiremo cosa vogliono fare da grandi.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c