CHALLENGE CUP

18/01/2018 - 12:44

di GIANLUCA BARBONI

La Bunge stravince e mette un'ipoteca sui quarti di finale

Avvio soft poi salgono in cattedra Buchegger e Poglajen. Brno si arrende in tre set, martedì 30 il match di ritorno

La Bunge stravince e mette un'ipoteca sui quarti di finale

BUNGE RAVENNA 3

VOLEJBAL BRNO 0

BUNGE RAVENNA Vitelli 6, Orduna 2, Poglajen 9, Diamantini 9, Marechal 5, Buchegger 16, NE: Pistolesi, Gutierrez, Mazzone, Raffaelli, Georgiev. Liberi: Goi e Marchini. All: Soli.

VOLEJBAL BRNO Hrazdira 5, Mendoza 4, Rimal 1, Boula 3, Prazak 10, Okosanovic 6, Handlir 4, NE: Panek, Cervinka, Petru, Klapal. Libero: Weber All.: Marek.

ARBITRI Georgouleas (Grecia) e Willems (Belgio).

PARZIALI 25-15, 25-19, 25-14.

NOTE Spettatori 1.200, incasso 4.504 euro. Durata set: 21’, 23’, 21’ per un totale di 105 minuti. Bunge: ace 4 muri 10 errori 16 ricezione positiva 61% (prf. 32%) attacco 48%. Brno: ace 3 muri 4 errori 28 ricezione positiva 52% (prf. 36%) attacco 34%.

RAVENNA. La Bunge Ravenna non sbaglia l’approccio al match di Challenge Cup e si sbarazza del Volejbal Brno con un secco 3-0 nell’andata degli ottavi. Buone le prove dell'opposto Buchegger (58% in attacco ed 1 ace) e di Poglajen (53%), da rivedere quella di Marechal (solo 27% per lui).

Avvio soft poi tutto facile

Il primo set inizia con una Bunge ancora confusa dal ko di domenica ed il Brno dei primi scambi non sembra il Gentofte eliminato al turno precedente, e con un muro di Mendoza su Marechal si porta subito avanti. Le squadre viaggiano a braccetto fino al primo time out tecnico (7-8) poi un attacco out di Marechal porta avanti i cechi (7-9). Brno fatica a mantenere alto il ritmo del gioco ed alcuni errori dei suoi attaccanti, sul servizio insidioso di Orduna, oltre ad un paio di muri romagnoli, fanno volare la Bunge avanti 15-9. Il muro romagnolo continua a funzionare e Ravenna prosegue la rincorsa verso il set, portandosi avanti 19-12. L'ace di Buchegger spiana la strada al 25-14 finale, ottenuto grazie ad un errore di Rimal.

Equilibrio iniziale nel secondo set, con le squadre che vanno al primo time out tecnico sull’8-7 per la Bunge. L’incontro resta in equilibrio fino al 14-13, poi un attacco di un buon Poglajen, un muro di Vitelli ed un errore di Hrazdira portano la Bunge avanti 17-13. Prazak al centro accorcia le distanze, ma Poglajen ed un muro di Vitelli (19-15) costringono il tecnico ceco a richiedere time-out. Prazak, con alcune buone giocate al centro, accorcia le distanze (20-18), però un gran finale di Buchegger (4 punti) porta la Bunge alla vittoria del set (25-19).

Nel terzo parziale partono forte i centrali della Bunge che grazie a due punti di Vitelli e due di Diamantini si porta subito a condurre 5-1. Buchegger e compagni non sbagliano più e Ravenna vola avanti 10-4. Poglajen ed i centrali continuano a giocare in grande spolvero e Ravenna allunga 15-7, mentre il 16-8 arriva grazie ad un grande muro di Buchegger. Il servizio di Orduna è una spina nel fianco per la ricezione ceca e Ravenna chiude facilmente 25-14. Nel finale c'è spazio per Marchini libero, ma gli esperimenti di Soli finiscono qui, il tecnico romagnolo vuole lasciare spazio ai sui titolari affinché riprendano confidenza con il campo e con la vittoria, in vista dell’importante match di domenica prossima a Padova. Il ritorno a Brno il 30 gennaio.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c