SAN MARNO

01/03/2019 - 09:57

San Marino, esperti al lavoro su una legge per l’utilizzo della cannabis

Il gruppo sarà composto dai rappresentanti dell’Authority sanitaria, dell’Iss e dei dipartimenti Affari esteri, Interni, Giustizia, Territorio ed Economia

San Marino, esperti al lavoro su una legge per l’utilizzo della cannabis

SAN MARINO. Una legge per regolamentare l’utilizzo della canapa. Sul Titano è al lavoro un gruppo di esperti per fissare le norme per l’uso terapeutico e per la lavorazione della cannabis nella produzione artigianale e alimentare. Dovrà produrre una bozza in grado di colmare una lacuna legislativa.

Già regolamentato in altri Paesi, tra cui la vicina Italia, l’uso della cannabis per scopi terapeutici o per la produzione di capi di abbigliamento, cosmetici e prodotti alimentari, registra un vuoto normativo nella Repubblica di San Marino, che è intenzione del Governo colmare.

Per questo motivo è stato recentemente al gruppo di lavoro, già operativo dal 2016, è stato affidato il compito specifico di «studiare provvedimenti atti a disciplinare la coltivazione, la trasformazione, il commercio e l’utilizzo di prodotti a base di cannabis, di tipo sia terapeutico e non».

Obiettivo dell’Esecutivo, è quello di fornire una risposta adeguata a nuove esigenze che si sono manifestate in questi ultimi anni evitando pesanti complicazioni ad aziende e singoli cittadini. Capita, ad esempio, che alcuni sammarinesi in cura da medici oltre confine, si trovino nella delicata situazione di non poter seguire terapie a base di cannabis e di incorrere nei rigori di legge anche solo per il trasporto a casa di questi farmaci. Così come aziende artigianali o commerciali rischiano di essere perseguiti perché impegnate nella produzione di capi di abbigliamento, di prodotti alimentari o per la vendita di pane, farine oli o cosmetici a base di canapa e derivati.

Da qui la necessità di colmare il vuoto legislativo, confrontandosi con organismi come l’Incb (International narcotic control Board) l’organismo delle Nazioni Unite, con sede a Vienna, incaricato di contrastare il mercato illegale degli stupefacenti e di monitorare le legislazioni in materia dei vari Paesi.

Il gruppo di lavoro sarà composto dai dirigenti o loro delegati dell’Authority sanitaria, dell’Iss e dei dipartimenti Affari Esteri, Interni, Giustizia, Territorio ed Economia. Fra i suoi compiti anche le valutazioni che attengono alla prevenzione e protezione dei minori, la ricerca scientifica e l’utilizzo a scopo terapeutico, la produzione agricola, i criteri per la vendita e i relativi divieti.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c