RIMINI

24/08/2018 - 13:55

di ERIKA NANNI

Calamità e malori, l’app Aidyou che salva la vita presentata a Rimini

L’applicazione permette di visualizzare gli step e le mosse essenziali da compiere durante le emergenze

Calamità e malori, l’app Aidyou che salva la vita presentata a Rimini

RIMINI. Cosa fare in attesa dei soccorsi? A dare risposta a questa domanda, ora c’è Aidyou. Si chiama così, infatti, l’applicazione per smartphone ufficiale del Consiglio europeo che da oggi ci sosterrà nella gestione delle urgenze di carattere sanitario e in quelle emergenziali legate a disastri e calamità naturali.

Dal mare al sole

Presentata ieri mattina, Aidyou parte proprio da Rimini, la “tappa zero” di un progetto che si inserisce in un più ampio quadro europeo. L’applicazione è stata realizzata da parte di Cemec, Centro europeo della medicina delle catastrofi, organizzazione sammarinese operante sotto l’egida di Oms e del Consiglio d’Europa, proprio su richiesta esplicita di quest’ultima. Declinata appositamente per accogliere le peculiarità legate alla nostra città, come i pericoli della balneazione e dell’esposizione al sole, ma soprattutto, tenendo in considerazione la presenza di turisti di diverse nazionalità, Aidyou è disponibile oggi a Rimini in cinque lingue, tra cui inglese, francese, tedesco e russo.

Il prossimo novembre, invece, l’applicazione verrà presentata a Zagabria, quando Cemec introdurrà la propria creazione nel contesto europeo. Entro la fine di quest’anno, infatti, Aidyou sarà fruibile in 15 lingue diverse, da quelle del bacino del Mediterraneo, fino a quelle di matrice russa e slava.

Perché proprio Rimini

«Dalla sinergia con la Repubblica di San Marino – afferma la vicesindaca Gloria Lisi – è nata un’applicazione che a Rimini ha un’utilità unica. Qui, infatti, può diventare uno strumento indispensabile per il turista straniero, che non parla la nostra lingua. In una situazione di emergenza, come quelle che possono verificarsi in spiaggia, magari a causa di un colpo di calore, un’indigestione in acqua o un annegamento, il vacanziero colto all’improvviso da un evento del genere può non sapere come reagire. Grazie ad Aidyou, però, potrà facilmente visualizzare i numeri di soccorso da chiamare e ottenere facili ma indispensabili consigli per il primo soccorso».

L’applicazione permette di visualizzare gli step e le mosse essenziali da compiere durante le emergenze, sia quelle sanitarie, che quelle causate da catastrofi naturali come terremoti, incendi o inondazioni. «La semplicità è la nostra forza – dichiara in merito Enrico Bernini Carri, presidente di Cemec –. Aidyou è un’applicazione elementare, ma essenziale. Le sue caratteristiche la rendono facilmente accessibile a tutti. Non è così banale, infatti, quando sei in una situazione di emergenza, capire esattamente cosa fare. Per il futuro – aggiunge Bernini Carri – stiamo pensando ad attivare anche un sistema di geolocalizzazione».

«La tempestività, infatti, è un elemento imprescindibile nelle pratiche di primo soccorso – sottolinea Francesco Toni, dirigente di Ausl Romagna – è in pochi minuti che si riesce a salvare una vita».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c