IL COMMENTO

Palloncini in mare e costi ambientali

di ROBERTO MASINI

25/06/2018 - 10:48

Palloncini in mare e costi ambientali

I palloncini di plastica gonfiati ad elio volano in alto, vengono trasportati dal vento e finiscono in mare. È un fatto banalissimo, lo vedo da più di mezzo secolo, eppure non ci avevo mai fatto caso. Smaltivo la plastica correttamente, non abbandonavo i sacchetti di cellophane in giro... insomma, non ero io il responsabile dell’inquinamento marino. Invece purtroppo non è così, anche i miei innocenti palloncini contribuivano.

Ora, è chiaro che il problema della plastica in mare non si risolve solo eliminando la dispersione dei palloncini, ma questa piccola “lezione” da parte del comitato “Basta plastica in mare” può aiutarci a riflettere. Ogni nostra azione ha inevitabilmente un costo ambientale, più o meno gravoso a seconda dei casi. E i costi ambientali (a differenza delle tasse) li paghiamo tutti. Quindi perchè non ci comportiamo con l’ambiente nello stesso modo in cui ci comportiamo con il nostro portafoglio? Quando andiamo a far la spesa cerchiamo sempre, giustamente, di risparmiare. Perlomeno di evitare il superfluo. Lo stesso dovremmo fare nelle nostre azioni quotidiane: valutare il loro costo ambientale. Si tratterebbe in pratica solo di controllare in anticipo “lo scontrino” che l’ambiente ci presenterà dopo una nostra azione. Continueremo sempre, con qualsiasi azione, a provocare dei danni (come continueremo sempre a fare la spesa), ma magari in qualche occasione vedendo che lo scontrino è un po’ troppo esoso potremmo scegliere di comportarci in un altro modo... e risparmiare.

I costi ambientali, come detto, li paghiamo tutti.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c