RIMINI

02/03/2018 - 15:37

Il vescovo Lambiasi: la Casa della Giovane a chi non ha un tetto

Potenziato il servizio di accoglienza a favore dei poveri. «Occorre aiutare chi ha bisogno»

Il vescovo Lambiasi: la Casa della Giovane a chi non ha un tetto

RIMINI. «Occorre che la Chiesa riminese faccia del suo meglio perché anche uno solo dei fratelli in difficoltà va sempre accolto e aiutato, soprattutto in questa situazione di emergenza per il maltempo». Il vescovo di Rimini Franceco Lambiasi lancia l’ennesimo appello pensando agli ultimi, quelli che non hanno neppure una coperta per scaldarsi né un tetto per ripararsi.

La Caritas sta cercando di fare fronte all’ondata di maltempo con ogni mezzo possibile. Trenta persone vengono accolte stabilmente ormai da giorni. «Tanta umanità, cordialità e affetto riempiono queste nottate così faticose per chi non ha nulla».

Il pasto caldo garantito, la presenza di operatori attivati per l’occasione con i quali confrontarsi e parlare, aiutano a creare un ambiente ospitale e confortevole che aiuta non poco chi è costretto a rivolgersi alla Caritas.

Il vescovo di Rimini, preoccupato per le tante, troppe persone che vivono sulla strada ha seguito in prima persona, sin dalle prime ore, l’evolversi dell’accoglienza in questo periodo di emergenza freddo andando di persona alla Caritas di via Madonna della Scala ad accertarsi delle condizioni. Per lo stesso motivo, nei giorni scorsi, ha voluto far visita a Casa don Gallo onde verificare che tutto funzionasse per il meglio e per riscontrare se ci fossero eventuali necessità per proseguire nel migliore dei modi l’accoglienza straordinaria di questi giorni.

Altri posti disponibili

Preoccupata per il protrarsi delle cattive condizioni meteorologiche, e consapevole che i posti aggiuntivi creati per l’emergenza freddo sono tutti occupati, la Diocesi di Rimini metterà a disposizione da oggi uno spazio ulteriore per l’accoglienza, il salone della Casa della Giovane in via Isotta (nel centro storico di Rimini), attrezzato almeno per poter ospitare eventuali nuove persone che, in queste ultimi notti di freddo, dovessero trovarsi senza un luogo dove poter dormire.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c