CONCEPITA PER RIMINI

04/02/2018 - 18:22

Vanessa Beecroft crea un'opera unica per il museo d'arte

«Credo fortemente nell'idea che i palazzi antichi si debbano nobilitare a uso contemporaneo»

Vanessa Beecroft crea un'opera unica per il museo d'arte

RIMINI

Un’inedita opera site specific dell’artista internazionale Vanessa Beecroft per la nuova collezione d’arte della Fondazione San Patrignano e per il nuovo museo d’arte contemporanea nei Palazzi del Podestà e dell’Arengo.

Prosegue il percorso che vede il Comune di Rimini e la Fondazione San Patrignano al lavoro insieme per un progetto internazionale che unisca la valorizzazione dell’identità storica, culturale e architettonica della città allo sguardo per il contemporaneo, per il futuro e per l’innovazione. Un progetto, che grazie alla raccolta artistica donata a San Patrignano in occasione del 40° anno dalla nascita, prevede la creazione di uno spazio espositivo dedicato all’arte contemporanea nel cuore del centro storico riminese. Spazio che ieri pomeriggio è stato illustrato a una tra le più apprezzate artiste del panorama internazionale contemporaneo, Vanessa Beecroft, accompagnata ieri a Rimini dalla cofondatrice della Fondazione San Patrignano, Letizia Moratti. Proprio Vanessa Beecroft lavorerà a uno speciale progetto espositivo artistico, un’enorme opera inedita site specific (concepita inrelazione allo spazio che va a occupare) creata coinvolgendo i ragazzi della comunità di San Patrignano e realizzata grazie al supporto materiale di Ceramiche Gatti, che sarà collocata negli spazi del nuovo museo d’arte contemporanea, nei Palazzi del Podestà e dell’Arengo.

«Credo fortemente nell’idea che i palazzi antichi si debbano nobilitare a uso contemporaneo – ha sottolineato Vanessa Beecroft durante l’incontro in Comune –. Sono convinta che si debba eliminare la nostalgia del passato che va invece riproposto ex novo. L’Italia può intraprendere questo percorso perché è piena di vita, di energia. Mio padre è inglese, ma sono cresciuta in Italia – ha raccontato Beecroft – Sono stata educata visitando musei e luoghi d’arte, non ho mai avuto contatti con la dimensione pop, con la televisione. Mi piace lavorare con l’umano, l’ho fatto con le performance e lo farò anche in questo progetto, un lavoro contemporaneo e antico allo stesso tempo».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c