SCUOLA

Scienze e arte in inglese, prof a lezione

Al via un corso dedicato a 30 insegnanti dei licei e degli istituti tecnici per approfondire la loro conoscenza del vocabolario anglosassone

06/02/2014 - 10:11

 Scienze e arte in inglese, prof a lezione

RIMINI. Meccanica, scienze, matematica, elettronica, arte in lingua inglese. Sono solo alcune delle materie che presto verranno insegnate in lingua straniera.

Presto diventerà una prassi nelle scuole della provincia di Rimini, alcune già coinvolte in sperimentazioni, ora che sta per partire un corso in lingua inglese dedicato a 30 insegnanti dei licei e degli istituti tecnici. Lo scopo è insegnare ai docenti a spiegare agli studenti la loro materia in lingua inglese, secondo quanto previsto dal Clil (content and language integrated learning) che, nell’ambito della riforma degli istituti secondari superiori voluto dal ministero dell’Istruzione, introduce l’insegnamento di discipline non linguistiche in lingua straniera nelle classi quinte di tutti i licei e gli istituti tecnici. In Emilia-Romagna prenderanno il via nelle prossime settimane ben 15 nuovi corsi.

Scuola capo-fila della “rete Romagna” è il liceo linguistico di Cesena, responsabile della gestione delle attività che saranno avviate in parallelo nelle tre realtà provinciali di riferimento. «Destinatario della proposta – si legge nella lettera dell’ufficio scolastico provinciale a firma della dirigente Agostina Melucci, inviata alle scuole di Rimini oltre che all’ufficio regionale e alla scuola capofila, il liceo di Cesena - risulta sia il personale in servizio con contratto a tempo indeterminato, che quello in servizio a tempo determinato, in possesso di abilitazione. Per l’accesso al corso linguistico “standard”, della durata complessiva di 130 ore (90 in presenza più 40 a distanza), è richiesta una competenza iniziale minima (B1 - certificata o autocertificata), valutata attraverso un test diagnostico obbligatorio prima dell’avvio del percorso formativo. Al test saranno ammessi un numero di docenti doppio rispetto a quello già indicato per i partecipanti. L’ammissione, fermo il possesso dei requisiti accennati, sarà definita anche in ragione della rappresentatività dei vari istituti del territorio riminese».

Non è la prima volta che le scuole riminesi sperimentano il Clil. Già l’istituto tecnico per il turismo Marco Polo ha da anni inserito la possibilità per i suoi studenti di studiare una disciplina in lingua inglese e lo stesso vale anche per il liceo linguistico Valgimigli.

Quanto al corso, gli insegnanti che intendono candidarsi possono inviare le domande all’ufficio scolastico. La scadenza è prevista per venerdì.

 

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c