28/01/2014 - 18:04

Operazione Kebab: gli encomi del sindaco agli agenti coinvolti nell'indagine

Operazione Kebab: gli encomi del sindaco agli agenti coinvolti nell'indagine

RIMINI. Il sindaco Andrea Gnassi ha consegnato oggi pomeriggio gli encomi ai 19 agenti della polizia municipale che da maggio a dicembre scorso si sono dedicati all’operazione Kebab connection, indagine realizzata su disposizione della Procura e che ha portato allo smantellamento di un giro di spaccio di droga nella zona di Borgo Marina.

L’operazione, l’11 dicembre scorso, portò all’emanazione di 53 ordinanze di custodia cautelare da parte della procura, ai quali si sono aggiunti altri sette arresti nelle settimane seguenti.

Presenti alla cerimonia il procuratore capo del Tribunale di Rimini Paolo Giovagnoli e il sostituto procuratore Marino Cerioni, a cui è andato un particolare ringraziamento da parte del comandante della polizia municipale Vasco Talenti. «Ringrazio il procuratore Giovagnoli e il sostituto procuratore Cerioni per la presenza, che testimonia la loro reale vicinanza all’indagine, di cui sono stati i coordinatori».

«Sono grato a voi agenti - ha aggiunto - per il tempo che avete dedicato, per come avete operato, per il risultato investigativo: sono soddisfatto e orgoglioso di quanto avete fatto. Oggi siete una ventina, ma non dimentichiamo che sono stati un centinaio gli agenti coinvolti e a tutti loro va il mio grazie».

«E’ stata un’operazione straordinariamente importante per il valore che ha avuto per la comunità e per la collaborazione reale, concreta e fattiva che si è instaurata con l'autorità giudiziaria - ha sottolineato il sindaco Andrea Gnassi -. Dovete essere orgogliosi di quello che avete fatto: se le istituzioni si compattano si possono ottenere risultati straordinari».

«Questo è l’esempio dei frutti che può portare una collaborazione tra la polizia giudiziaria e l'autorità giudiziaria, collaborazione che dovrebbe essere il più generalizzata possibile - ha commentato il procuratore Paolo Giovagnoli -. E’ stata un'operazione portata a termine con strumenti nuovi come le telecamere e che voi avete condotto con grande efficienza».

«Avete dato una dimostrazione di professionalità e di cosa è in grado di fare la polizia municipale - ha aggiunto l'assessore alla polizia municipale Jamil Sadegholvaad -. Il giorno dell'operazione ho potuto vedere con i miei occhi un centinaio di agenti uniti, motivati, che hanno dimostrato uno spirito di corpo straordinario. Vi ringrazio per quello che avete fatto e che state continuando a fare».

Gli encomi sono stati assegnati all’ispettore capo Mariacarla Tavella e agli agenti: Massimo Schiaratura, Gilberto Guidi, Geremia Salvi, Massimo Vaccarini, Giuseppe Marchitelli, Guglielmo Parise, Giacomo Cilio, Franca Grisi, Paolo Macellari, Vincenzo Grimaldi, Antonio Rapuano, Roberto Scipioni, Mauro Manzaroli, Simone Mazzi, Miranda Barbanti, Daisy Mariani, Mattia Leoni e Gianluca Sartini.

Ieri sono stati effettuati altri tre arresti per spaccio. L’attività del Nucleo ambientale della polizia municipale non si ferma. Ieri pomeriggio, intorno alle 17, al Parco Renzi sono stati tratti in arresto tre giovani tunisini di 19, 22 e 23 anni intenti a spacciare sostanza stupefacente a due italiani. Durante la perquisizione nella camera dove i tre dimoravano, sono stati trovati soldi, sostanza stupefacente, buste di plastica ritagliate con ed un coltello con lama da 15 centimetri utilizzato per tagliare lo stupefacente.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c