RAVENNA

08/12/2018 - 08:37

di ELENA DEMURTAS

Controllo di vicinato: da gennaio le segnalazioni arrivano ai vigili

La piattaforma informatica farà pervenire direttamente alle forze dell’ordine i messaggi dei gruppi

Controllo di vicinato: da gennaio le segnalazioni arrivano ai vigili
RAVENNA. Sarà operativa da gennaio SicuRa Web, la piattaforma informatica che farà pervenire direttamente alle forze dell’ordine le segnalazioni dei gruppi di controllo di vicinato, voluta dall’assessorato alla Sicurezza del Comune. La fase di test è già stata avviata coinvolgendo una parte dei referenti dei gruppi del territorio. Mettendo a sistema le segnalazioni dei vari gruppi (whatsapp, Facebook, ecc.), permetterà la circolazione di informazioni in modo organizzato su tutto ciò che non riguarda reati veri e propri ma che può rivelarsi un campanello d’allarme.
Come funziona
I referenti dei vari gruppi avranno accesso al sistema che li vede in rete insieme alla Polizia municipale: utilizzando il pc oppure anche da smartphone e tablet, filtreranno le notizie più pregnanti fra quelle che circolano nei rispettivi gruppi di vicinato, e le immetteranno nel sistema controllato in tempo reale dalla centrale operativa della Municipale. Possono essere allegati foto e video. Spetterà poi agli agenti verificare o monitorare quanto evidenziato.
Con una premessa ben chiara: per le situazioni di emergenza vanno immediatamente avvisate le forze dell’ordine al numero unico di emergenza 112, oppure la Polizia locale. Le segnalazioni resteranno registrate e confluiranno in una banca dati consultabile dalla Municipale.
Lavoro di squadra
Il bando del Comune è stato vinto dalla GeoGraphics srl, che ha costruito un software ad hoc attraverso un «lavoro di squadra» a stretto contatto con i referenti dei gruppi Whatsapp – lavorando su segnalazioni reali degli ultimi sei mesi –, la Polizia municipale e i responsabili dei servizi informatici del Comune.
«I gruppi organizzati di cittadini hanno il polso delle sensazioni diffuse sul territorio – sottolinea Andrea Giacomini, comandante della Polizia municipale –: le chat però diventano un coacervo in cui fatti e sensazioni si mescolano. La difficoltà sta nel gestire e coordinare questo flusso di informazioni».
Il sistema SicuRa Web è «una delle linee di azione che questa Amministrazione ha messo in campo per la sicurezza – precisa il vicesindaco Eugenio Fusignani –, che comprendono l’implementazione dell’organico del Corpo di Polizia municipale fino a 220 unità; l’incremento degli impianti tecnologici, con telecamere di videosorveglianza di ultima generazione e la sostituzione di quelle esistenti, passando dall’analogico al digitale, che garantisce una migliore qualità dell’immagine; il coinvolgimento del volontariato del controllo di vicinato, processo spontaneo nato dai cittadini, dandogli strumenti per rendere più efficiente la propria azione sul territorio e più efficace la risposta delle forze dell’ordine».
LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c