RAVENNA

06/12/2018 - 12:53

Ravenna, bus sostitutivi e qualche aggiustamento per venire incontro ai pendolari

Integrazioni sulla tratta da Godo a Lugo per gli studenti, pullman a Classe nel pomeriggio

Ravenna, bus sostitutivi e qualche aggiustamento per venire incontro ai pendolari

RAVENNA. Qualche aggiustamento negli orari e molti pullman sostitutivi: sono i correttivi messi in campo per sopperire alle carenze riscontrate nel nuovo orario dei treni in vigore dal 9 dicembre, carenze che avrebbero penalizzato soprattutto gli studenti e i pendolari di alcune località, e che nei giorni scorsi avevano sollevato proteste anche dai sindaci del Ravennate e dalla Regione nei confronti di Trenitalia.

Le azioni da attuare sono state definite ieri mattina in Provincia, nel tavolo di confronto tra i sindaci del Ravennate, l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini, il direttore generale della Regione Paolo Ferrecchi, il presidente della Provincia Michele de Pascale, il direttore regionale di Trenitalia Alessandro Tullio (con i tecnici), il consigliere provinciale con delega ai Trasporti Nicola Pasi, e i rappresentanti di Tper, Start Romagna, e Amr.

La tratta da Godo a Lugo

Gli studenti che da Godo si muovono in direzione Lugo vedranno, dal 17 dicembre, la riassegnazione della fermata del treno 6468 con partenza da Godo alle 6.57. Per quanto riguarda il rientro da Lugo verso Bagnacavallo, Russi e Godo, per gli studenti che oggi utilizzano il treno delle 13 – che nel nuovo orario risulta anticipato alle 12.48 – è stato previsto un servizio integrativo con autobus in attesa di verificare la possibilità di apportare all’orario modifiche compatibili con i tempi scolastici.

Da Bagnacavallo a Ravenna

Per gli studenti provenienti da Bagnacavallo e Russi diretti a Ravenna con il treno delle 7.33, sarà previsto un potenziamento delle corse degli autobus per consentire il raggiungimento delle scuole fuori dal centro.

Bus da Classe

È stata già individuata la soluzione alla riduzione delle fermate dei treni alla stazione di Classe, dove il servizio ferroviario sarà integrato, da subito, con un servizio di autobus a copertura della fascia pomeridiana in particolare, che nel nuovo orario non sarà servita da treni.

Linea Ravenna - Ferrara

È stato affrontato anche il tema della linea Ravenna-Ferrara, dove a breve sarà reintrodotta la fermata di San Biagio e rimodulata l'offerta serale, con riposizionamento della corsa delle 19.12 alle 18.12 a copertura di un orario maggiormente gradito all'utenza. Regione e Tper hanno preso l’impegno di verificare il ritorno all'orario attuale dell'offerta Ferrara-Ravenna, che necessita di un approfondimento accurato per le ripercussioni che potrebbero esserci sul collegamento Ferrara-Codigoro, che utilizza lo stesso binario nella stazione di Ferrara.

«In un quadro complessivo del nuovo orario che già si delineava positivo per la riduzione generale dei tempi di percorrenza e l’aumento delle corse senza rotture di carico per la tratta Bologna - Ravenna - Rimini, temi dibattuti e soluzioni attese da molto tempo da questo territorio, abbiamo individuato nuove risposte per alcune situazioni che necessitavano un approfondimento ulteriore», commenta il presidente della Provincia Michele de Pascale.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c