RAVENNA

09/11/2018 - 09:05

di ANDREA TARRONI

Ap e sindaco: "Porto Corsini cambia volto, presto il Parco delle dune"

L’annuncio dato a incontro con i cittadini per spiegare il progetto Hub da 235 milioni. Rossi: "Chi attraccherà qui si troverà immerso nel verde"

Ap e sindaco: "Porto Corsini cambia volto, presto il Parco delle dune"

RAVENNA. Una sala ricolma attendeva ieri sera a Porto Corsini il sindaco Michele De Pascale e il presidente dell'Autorità portuale Daniele Rossi. E l'appuntamento non ha tradito le attese: saranno 8 i milioni di euro di investimenti sulla località di riviera con lavori in avvio sin dal prossimo anno. Nella sala di via Po a rompere il ghiaccio è stato il primo cittadino: «Tutti i quartieri in cui insistono o hanno insistito le attività portuali necessitano di una cogestione fra Comune e Ap. Ringrazio pertanto Daniele Rossi per la completa e totale ricerca di condivisione. I casi di conflitto istituzionale sono frequenti. Qui non esistono più». L'appuntamento serviva a descrivere il progetto Hub da 235 milioni: «Necessario per non morire - spiega De Pascale - Fortunatamente permane il supporto da Roma anche con il cambio di governo. Nel progetto ci siamo tenuti dalla parte dei bottoni. Per il periodo dei lavori ci sarà una fase di disagio anche per gli operatori: condivisione di banchine, difficoltà logistiche». Poi si parla dell'odg trasversale, con primo firmatario Marco Frati, che chiedeva interventi di riqualificazione in paese sulle aree detenute dall'Autorità portuale. Qui prende la parola Rossi, che prima si sofferma sul lavorìo burocratico preliminari al Progetto Hub: «Abbiamo ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie, benché servano ancora tante pratiche. Per esempio le caratterizzazioni dei fondali sono ancora in corso, e costano un milione e mezzo. È in corso il bando per il monitoraggio ambientale, un bando così complesso da costare 1,3 milioni. Adempimenti pesanti, che però ci consentono di dire di fronte alla cittadinanza che i controlli sono stati approfonditi». Poi il presidente dell'Autorità di sistema portuale passa a descrivere gli interventi in corso su Porto Corsini: «È in corso la riparazione elementi di straccionata alla radice diga nord su via Po. La diga si riapre lunedì, dopo aver ultimato i lavori. Si sta predisponendo la riqualificazione di via Molo San Filippo tra via Cottino e via Montanari». Poi la descrizione dei lavori che ridisegneranno Porto Corsini: «Sistemeremo l'area retrostante il Terminal Crociere. Chi attraccherà si troverà immerso nel verde. Si giungerà infatti in un piazzale che sarà un grande parco pubblico attrezzato con una conformazione naturalistica importante. Sorgerà infatti alle sue spalle il parco delle dune, a ridosso della stazione marittima e scenderà fino al Paese. Sarà poi ampliata l'area camper, con spazio per ulteriori 50 mezzi. I lavori inizieranno dopo la stagione turistica del 2019. Dureranno circa un anno. Un intervento da 5 milioni di euro. Si procederà poi alla sistemazione della banchina di attracco, il 12 novembre saranno assegnati i lavori. Un investimento in questo caso da 3 milioni. Poi lo spostamento del monumento ai caduti in mare. Sarà posto di fronte al faro, visibile da tutte le navi in passaggio».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c