RAVENNA

29/06/2018 - 12:41

Baby ladri fermati in via di Roma: uno ha solo undici anni

Avevano già tentato di forzare la porta di un condominio. Sono stati affidati ai Servizi sociali

Baby ladri fermati in via di Roma: uno ha solo undici anni

RAVENNA. Avevano appena tentato di forzare la porta d’ingresso di una palazzina in via Venezia, nella zona di via di Roma, quando sono stati fermati dalla polizia. Si tratta di due giovanissimi di origine croata, denunciati a piede libero per il reato di tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli. Quello che davvero non potevano aspettarsi gli agenti intervenuti, è che i due protagonisti del tentato furto fossero un ragazzo di 16 anni e addirittura un bambino di 11 anni. Il fermo è stato effettuato mercoledì pomeriggio, quando la volante della Questura è intervenuta in via Venezia in seguito a una segnalazione dei cittadini, che avevano visto i due nomadi aggirarsi in maniera furtiva per le strade del quartiere. Dopo aver perlustrato le vie, la polizia è riuscita a scovare i due malviventi nella vicina via di Roma. Da un primo controllo sommario i giovani sono stati trovati in possesso di cacciaviti e chiavi a rullino, attrezzi spesso impiegati per forzare le porte. Nelle tasche sono stati trovati anche dei calzini, utilizzati per coprirsi le mani in modo da non lasciare tracce.

Agli agenti è bastato un semplice sguardo a quegli oggetti per capire che il 16enne e l’11enne erano in zona per cercare di effettuare dei furti. Così hanno deciso di approfondire le indagini nel luogo dove erano stati segnalati dai residenti. Giunti al civico 12 di via Venezia, si è scoperto che i due minorenni avevano tentato invano di forzare la porta d’ingresso del condominio, con l’intento chiaramente di introdursi al suo interno.

La perquisizione

Condotti in questura sono stati perquisiti e trovati in possesso di una banconota da dieci euro e di una da cinquanta, che avevano prontamente provveduto a nascondersi addosso, nella speranza che non venissero trovate, dato che non sono stati in grado di giustificarne la provenienza ai poliziotti. Entrambi i giovani, dopo essere stati denunciati, sono stati affidati si servizi sociali del Comune, che li ha collocati in due strutture della città.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c