RAVENNA

18/02/2018 - 13:18

«La nostra spesa on line scommette sulla qualità»

L'idea imprenditoriale di due ragazzi che aprono il primo alimentari con vetrina sul web

«La nostra spesa on line scommette sulla qualità»

RAVENNA. Un supermercato virtuale in cui il carrello si riempie con un click e nel quale la spesa può essere ritirata poche ore dopo in negozio oppure consegnata a domicilio. A Ravenna ha aperto i battenti da un paio di settimane - ­in via Bramante 87, nel quartiere Alberti - Alibev, una start up ideata e realizzata da due giovani, amici da sempre e ora anche soci in affari.

Un’amicizia nata sui banchi di scuola, all’Itis Alberghetti di Imola, quella fra Alessio Presti, di Bagnara, e di Sergio Anton, di Mordano, entrambi oggi 27enni. Poi hanno preso strade diverse, ma non si sono mai persi di vista. E così un paio di anni fa è nata l’idea di realizzare un supermercato virtuale, dove poter scegliere i prodotti dal sito internet (www.alibev.it) in una manciata di minuti e passare a ritirare gli acquisti in negozio con comodità o addirittura farseli recapitare a casa, dal lunedì al sabato. Si può scegliere il pagamento online oppure saldare in contanti alla consegna.

Alessio e Sergio seguono una filosofia ben precisa nella scelta dei prodotti, che per ora si limitano ai generi alimentari: no alla globalizzazione, sì invece ai prodotti a chilometri zero, al biologico, ai piccoli produttori locali. Così nella vetrina digitale di Alibev si possono oggi acquistare frutta e verdura fresca, salumi, vino, birra, pasta, riso, passata di pomodoro ­solo per prendere ad esempio i generi alimentari di uso più comune - ma anche prodotti per celiaci.

«Visitiamo e selezioniamo produttori locali: agricoltori, cantine, birrifici artigianali, mulini – spiegano -. Per partire abbiamo in magazzino anche merce più “commerciale”, ma vogliamo privilegiare sempre di più la produzione biologica e le realtà del territorio. Così come preferiamo occuparci di cibo sano evitando il “junk food”». Frutta e verdura, ad esempio, arrivano da agricoltori delle vicinanze e, per ampliare la gamma, dal mercato ortofrutticolo di Cesena.

Alessio e Sergio tengono molto alla loro vetrina virtuale, che è, tengono a sottolineare, uno dei punti di forza della loro attività: «Mentre al supermercato sugli scaffali si trovano solo i prodotti, noi forniamo schede dettagliate con tutte le informazioni necessarie sui singoli prodotti che offriamo ai nostri clienti».

I due soci sono convinti che l’idea sia vincente e pensano che, in futuro, dal solo settore alimentare il “negozio virtuale” possa ampliare le categorie merceologiche e divenire un vero e proprio supermercato. (el.dem.)

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c