RAVENNA

06/02/2018 - 14:31

Tenta di accoltellare un passante poi lancia bottiglie alle auto, arrestato

Bloccato dai poliziotti delle Volanti, uno dei quali è rimasto ferito è stato arrestato per resistenza

Tenta di accoltellare un passante poi lancia bottiglie alle auto, arrestato

RAVENNA. Prima ha sferrato una coltellata all’indirizzo di un camionista che era intervenuto per cercare di ricondurlo alla calma poi, dopo essersi allontanato, è stato sorpreso a lanciare bottiglie contro le auto in sosta. Una notte movimentata quella di Walid Khadara, tunisino di 37 anni arrestato dalla polizia nella notte tra domenica e ieri per resistenza e lesioni nei confronti di un agente delle Volanti che, per fermarlo, ha riportato un trauma toracico per un calcio ricevuto allo sterno dall’esagitato. Bloccato non senza fatica e condotto all’ospedale, gli accertamenti clinici a cui il maghrebino è stato sottoposto hanno evidenziato che l’uomo aveva assunto un mix di droghe e alcol.

I fatti

Tutto ha avuto inizio attorno alle 23 di domenica alla stazione di servizio della Q8 sulla Classicana dove era stata segnalata una rissa tra più avventori uno dei quali aveva estratto un coltello. Nell’occasione, dopo essere stato allontanato dal bar del distributore, il 37enne aveva cercato di aggredire un camionista che era intervenuto per ricondurlo alla ragione. Ma essendo fuori controllo il nordafricano ha estratto un coltello che per fortuna ha solo lacerato la camicia dell’autotrasportatore, che non ha riportato lesioni.

Subito dopo il tunisino è salito a bordo di una Dacia Duster di colore grigio. Stessa auto che meno di un’ora più tardi, è stata oggetto di una nuova segnalazione alle forze dell’ordine. In via Gulli infatti verso mezzanotte un cittadino ha contattato la polizia segnalando la presenza in zona di un uomo che a bordo della vettura lanciava bottiglie di vetro alle auto in sosta. Sul posto si concentravano così diverse pattuglie, una delle quali rinveniva la macchina in questione. Alla vista degli equipaggi delle Volanti l’uomo, con le mani insanguinate, ha iniziato a dare ulteriormente in escandenza, gridando frasi prive di senso e aggredendo gli agenti finendo per essere arrestato e disarmato del coltello che aveva celato all’interno del giubbotto. L’uomo però ha continuato a dare di matto sferrando testate e calci, uno dei quali ha colpito uno dei poliziotti che ha riportato lesioni giudicate guaribili in sette giorni. Comparso davanti al giudice Beatrice Marini e al vice procuratore onorario Adolfo Fabiani, in seguito alla richiesta di termini a difesa il processo per direttissima è stato rinviato. L’uomo è stato inoltre denunciato per tentate lesioni nei confronti del camionista.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c